Fitoestrogeni e curve femminili

Re: Fitoestrogeni e curve femminili

Messaggioda Sery » domenica 1 febbraio 2015, 16:27

Nanà ha scritto:e infine di che stiamo parlando ?
piacersi ?
piacere ? a chi ?
e perché ?

Queste secondo me sono domande importanti, ma chi intraprende il percorso di transizione non la fa per piacere a qualcuno ma per un profondo disagio interno, che va aldilà di tutto gli stereotipi sulla donna che abbiamo in testa (me compresa)
Sery
Avatar utente
Sery
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1721
Iscritto il: mercoledì 22 ottobre 2014, 20:26
Località: Venezia

Re: Fitoestrogeni e curve femminili

Messaggioda dream62 » domenica 1 febbraio 2015, 16:41

O.T.
Complimentoni Sery per il nuovo avatar: affascinante!
Stefy
Avatar utente
dream62
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 3339
Iscritto il: mercoledì 22 ottobre 2014, 20:19
Località: Emilia

Re: Fitoestrogeni e curve femminili

Messaggioda Sery » domenica 1 febbraio 2015, 16:48

dream62 ha scritto:O.T.
Complimentoni Sery per il nuovo avatar: affascinante!
Stefy

grazie dream : Love :
Sery
Avatar utente
Sery
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1721
Iscritto il: mercoledì 22 ottobre 2014, 20:26
Località: Venezia

Re: Fitoestrogeni e curve femminili

Messaggioda Nanà » domenica 1 febbraio 2015, 16:53

Sery ha scritto:
Nanà ha scritto:e infine di che stiamo parlando ?
piacersi ?
piacere ? a chi ?
e perché ?

Queste secondo me sono domande importanti, ma chi intraprende il percorso di transizione non la fa per piacere a qualcuno ma per un profondo disagio interno, che va aldilà di tutto gli stereotipi sulla donna che abbiamo in testa (me compresa)


profondo disagio interno dici ?.
perché pensi che invece chi non intraprende percorsi di transizione non vive profondi disagi ?

non ne sarei troppo convinta.
non credo sia una questione di intensità o qualità del disagio.
ce ne sono di molto perniciosi, e non portano sulla via della transizione.

non parlerei neanche di paure o coraggio.
io lo chiamerei il fattore Z tanto per dargli un nome.
o c'è o non c'è.
è un catalizzatore che fa si che alcune di noi decidano che quella è la strada.
non ci sono spiegazioni e non ci sono logiche, è una cosa del tutto psico-umorale.

così me la spiego meglio.

( decisamente Sery sei di una bellezza folgorante complimenti per il nuovo avatar )
Nanà
Utente Bannato
Utente Bannato
 
Messaggi: 1858
Iscritto il: martedì 21 ottobre 2014, 7:54
Località: Napoli

Re: Fitoestrogeni e curve femminili

Messaggioda Sery » domenica 1 febbraio 2015, 17:07

Come ti spieghi quindi che alcune persone hanno questo 'fattore Z' fin da giovanissime, mentre altre a 40, 50 e fino ai 100 anni ?

(grazie cara)
Sery
Avatar utente
Sery
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1721
Iscritto il: mercoledì 22 ottobre 2014, 20:26
Località: Venezia

Re: Fitoestrogeni e curve femminili

Messaggioda vernica71 » domenica 1 febbraio 2015, 18:48

Nanà ha scritto:io lo chiamerei il fattore Z tanto per dargli un nome.
o c'è o non c'è.
è un catalizzatore che fa si che alcune di noi decidano che quella è la strada.

Completamente d'accordo... forse ci saranno casi in cui il tutto è riconducibile ad un qualche
trauma infantile irrisolto (dubito), ma anche secondo me la cosa è innata...
Solo non credo che sia genetica, altrimenti nella linea di discendenza ci dovrebbero essere altri CD nella
mia famiglia... ma non ne ho evidenza...
Forse è più una alterazione prenatale...
Perché qualcuno se ne accorge a 10 anni e altri a 50? Forse inconsciamente lo sanno tutti da sempre... solo
non desiderano affrontare la questione... e non è che lo facciano consciamente, ma evitano un ombra
del loro essere che li inquieta...

Veronica
Se io sono un CD... chi o cos'è un DVD?

Immagine
"Programming today is a race between software engineering striving to build bigger and better idiot-proof programs, and the universe trying to build bigger and better idiots.
So far, the universe is winning!" (Robert Cringley)
Avatar utente
vernica71
Princess
Princess
Moderatrice
Moderatrice
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 4517
Iscritto il: domenica 5 ottobre 2014, 11:53
Località: Milano

Re: Fitoestrogeni e curve femminili

Messaggioda vernica71 » domenica 1 febbraio 2015, 18:48

p.s. Complimenti Sery per il nuovo avatar!!
Se io sono un CD... chi o cos'è un DVD?

Immagine
"Programming today is a race between software engineering striving to build bigger and better idiot-proof programs, and the universe trying to build bigger and better idiots.
So far, the universe is winning!" (Robert Cringley)
Avatar utente
vernica71
Princess
Princess
Moderatrice
Moderatrice
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 4517
Iscritto il: domenica 5 ottobre 2014, 11:53
Località: Milano

Re: Fitoestrogeni e curve femminili

Messaggioda Nanà » domenica 1 febbraio 2015, 19:05

Sery ha scritto:Come ti spieghi quindi che alcune persone hanno questo 'fattore Z' fin da giovanissime, mentre altre a 40, 50 e fino ai 100 anni ?

(grazie cara)



io credo che il fattore Z c'è sin da giovanissime.

poi magari solo a 40 anni ci si concede di accoglierlo e di dargli un valore.
prima lo si tiene nascosto in uno scantinato polveroso e buio.

ma c'è sempre, altrimenti non si attiva.

spiego meglio, quello che io definisco come fattore Z è l' idea che in qualche modo possiamo effettivamente, realmente diventare donne.
questo fattore di convinzione non si può acquisire.
da qualche parte deve essere innato.

io per esempio so benissimo che se facessi un percorso di transizione diventerei una transessuale ma non una donna.
il problema è che si è transgender ben prima di iniziare un percorso di transizione.
quindi quello che otterrei è solo una maschera adatta al ruolo ovvero un amplificatore in grado di dire a tutti quelli che mi vedono che io sono una transessuale.

attenzione, con questo non voglio dire che non possiamo diventare donne o sembrare vere donne voglio dire solo che alcune persone credono sia possibile altre no.

ho dimenticato una cosa importante del fattore Z.
chi ci crede, crede che dopo starà meglio, sarà felice.
chi ha questa fede nella transizione immagina ( e forse ha ragione ) che questa trasformazione fisica possa donare felicità e serenità.

ecco, questo fatto devi sentirlo dentro, nessun ragionamento può fartelo comprendere.
[hr]
I believe that the factor Z there are inside a person since he are very young.

maybe only at 40 years there is allowed to accept and give it a value.
before you hold it hidden in a basement dusty and dark.

but there is always, otherwise it not is activated.

I explain, what I call the Z factor is the idea that somehow we can actually, really become women.
this factor of belief can not be acquired.
somewhere must be innate.

for example, I know very well that if I did a transition path, shall become a transsexual, but not a woman.
the problem is that you are transgender before starting a transition path.
so what you would get is just a mask suited to the role that an amplifier can say to all those who see me that I am a transsexual.

attention, this is not to say that we can not become real women or look like women, but just i want to say that some people believe it can not be possible other persons believe is possible .

I forgot one important thing about Z factor
those who believe, believes that she will be better off after, will be happy.
those who have this faith in the transition imagine (and perhaps rightly) that this physical transformation can give happiness and serenity.

this fact you must feel it inside, no reasoning can let you understand.
Nanà
Utente Bannato
Utente Bannato
 
Messaggi: 1858
Iscritto il: martedì 21 ottobre 2014, 7:54
Località: Napoli

Re: Fitoestrogeni e curve femminili

Messaggioda dream62 » domenica 1 febbraio 2015, 21:56

Tornando all'argomento principale da cui è nato questo thread, ovvero l'uso di fitoestrogeni, mi sembra di capire che la curiosità di Nicole non era finalizzata a scoprire se ce l'ha o non ce l'ha il "fattore Z", da quando ce l'ha, quanto ne ha.......
perchè è ovvio che lei si sente femmina dentro: è indiscutibile. Si tratta di scoprire se può adattare il suo corpo e <allinearlo> alle sue caratteristiche psicologiche senza dovere intraprendere il percorso ben più impegnativo (e forse senza ritorno) delle cure ormonali. Una mezza via quella dei fitoestrogeni? sicuramente, ma credo che Nicole sia ben conscia di ciò, non ha bisogno di trattati filosofici esistenziali. Se esistono soluzioni percorribili con una certa sicurezza salutare (chiedere consulto medico non sarebbe errato) perchè non provarci?
Non stiamo parlando di una completa transizione ma di qualche aggiustamento, ammesso che si ottenga.
Forza Nicole, raccogli più dati possibili da internet e chiedi un parere medico...e tienici aggiornate.
Stefy
Avatar utente
dream62
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 3339
Iscritto il: mercoledì 22 ottobre 2014, 20:19
Località: Emilia

Re: Fitoestrogeni e curve femminili

Messaggioda Nicole » lunedì 2 febbraio 2015, 0:07

dream62 ha scritto:...Si tratta di scoprire se può adattare il suo corpo e <allinearlo> alle sue caratteristiche psicologiche senza dovere intraprendere il percorso ben più impegnativo (e forse senza ritorno) delle cure ormonali. Una mezza via quella dei fitoestrogeni? sicuramente, ma credo che Nicole sia ben conscia di ciò, non ha bisogno di trattati filosofici esistenziali.


Grazie Stefy, effettivamente il thread si è aperto un po' a grappolo ramificandosi in tutte le direzioni. Il mio trauma infantile, per riprendere quanto detto da Veronica, so benissimo quale è stato; la figura predominante di mia madre, applicata ad un bambino con un carattere poco incisivo. Ciò mi ha di fatto spersonalizzato e reso sempre più convinto che sono le donne che comandano ed in loro volermi immedesimare.
Se unisci questo al desiderio di costringere/soffocare le mie emozioni, vedi che due percorsi mentali che di fatto viaggiano normalmente su binari separati, nel mio caso hanno avuto una convergenza.
Tacchi alti, corsetti, seni con "movenze" più possibile vicini ai reali, unghie lunghe o altro, nel mondo di Nicole sono le costrizioni e il quadro di insieme si compone nel crossdressing e nella maniacale ricerca di "sensazioni da donna".
Tutto però deve sposarsi con l'essere (e continuare ad apparire) come un uomo eterosessuale al 100%. Non vedo quindi l'uso dei fitoestrogeni come l'inizio della transizione ma come piccoli ritocchi ad un corpo che deve apparire comunque uomo alla società ma donna, a me!
Non deve acquisire veramente l'altro ruolo nella società.
Poter "estrapolare" la sinfonia dell'essere donna o cercare di percepirne le sensazioni, da qualche "nota", sia essa una maggior sensibilità di un capezzolo o i seni leggermente più gonfi o vedermi dei fianchi leggermente più rotondi allo specchio, vuol dire per me esplorare nuove sensazioni...
Quello che ho scoperto in questi ultimi giorni su internet è che... "se po' fa' ", anche senza troppi sforzi (intendo cure ormonali che non ho alcuna intenzione di fare, visti anche i moltissimi effetti collaterali).
Non solo, scopro da queste letture, che molte delle erbe usate per modificare la figura maschile, portano benefici al corpo maschile stesso (prevenzione dei tumori alla prostata, capelli più forti, anti-aging).
Ovvio, è tutto da verificare visto che gli studi in merito sono pochi. Molti effetti però sono già noti come l'effetto dell'ossido nitrico sulla riduzione del colesterolo e scopro che il trifoglio rosso attiva proprio la sintesi dell'ossido nitrico.
Forse qualche aggiustamento non farebbe neanche male! : Chessygrin :

Nicole
non sarà per caso che essere donna è ..."veramente fico" ?
Avatar utente
Nicole
Teen
Teen
 
Messaggi: 74
Iscritto il: martedì 6 gennaio 2015, 3:00
Località: Roma

PrecedenteProssimo


Torna a Consigli ed aiuti per transessuali




Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010