Le cause del travestivismo

Moderatori: AnimaSalva, Valentina, Lorett@, vernica71, Melissa_chan, virgolette, Alyssa, Irene, CristinaV, Roby

Avatar utente
Monica71
Gurl
Gurl
Messaggi: 174
jedwabna poszewka na poduszkę 40x40
Iscritto il: martedì 11 dicembre 2018, 18:50
Località: Cremona
Età: 50
Contatta:

Re: Le cause del travestivismo

Messaggio da Monica71 »

Roby ha scritto:Bello il video degli ACDC, un gruppo che conosco poco ma vorrei approfondire.
..... Ma che c'entra? Immagine Immagine Immagine Immagine
La musica serve per l'anima ImmagineImmagine



Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
Monica : Love :
Sei qui con la soluzione o fai parte del problema? : Chessygrin :

Avatar utente
Roby
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 3339
Iscritto il: venerdì 10 ottobre 2014, 7:14
Località: Lombardia
Età: 56
Contatta:

Re: Le cause del travestivismo

Messaggio da Roby »

Monica71 ha scritto: La musica serve per l'anima ImmagineImmagine
Immagine

Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk
La Roby

Moderatrice di X-Dress

Avatar utente
Deborah.t
Gurl
Gurl
Messaggi: 330
Iscritto il: lunedì 27 novembre 2017, 14:03
Località: Trentino
Età: 42
Contatta:

Re: Le cause del travestivismo

Messaggio da Deborah.t »

Roby come sempre precisa e approfondita la tua spiegazione. Sei davvero una risorsa enorme e insostituibile per questo forum. Mi piacerebbe fare un chiacchierata con te devi essere proprio in gamba!
Ho letto che intorno ai 40 anni con il calo dei livelli di testosterone si può assistere ad un maggior impulso al travestivismo, cosa ne pensi?

Inviato dal mio COL-L29 utilizzando Tapatalk
Deborah

Celeste

Re: Le cause del travestivismo

Messaggio da Celeste »

Non mi stupisco che innumerevoli tentativi di smettere siano falliti, credo che se tali tentativi erano basati sulla repressione non potevano che fallire.

Io personalmente non vedo il mio travestimento come un hobby. Come ho detto in un altra discussione il solo fatto di poter usare la desinenza femminile mi ha aperto un mondo. Però nel mio caso avendo da più di 20 anni interessi psicologici ed esoterici sono abituata a vivere a fondo le cose, accettare il loro passaggio e accettare anche che facciano il loro corso. Inoltre nel mio piccolo ho fatto qualche esperienza in tecniche tantriche, nelle quali invece della scarica di energia si cercano effetti più duraturi, pur non essendo un'esperta so che è una cosa molto delicata orientare l'energia sessuale in modo diverso dalla scarica.

In 9 mesi circa ho già visto dei cambiamenti nel mio modo di vivere il crossdressing. All'inizio lo vivevo in modo abbastanza sensuale tanto è che spesso andavo a dormire vestita da donna, quasi per lasciarmi andare completamente al "potere" (immaginario) dei vestiti. Poi per tre mesi ho pensato di essere una donna a livello interiore. Dopo mi è capitato di scambiare quattro parole con una persona e ciò mi ha stimolato a riconsiderare l'aspetto erotico. Ora è chiaro che la mia libertà di travestirmi quando voglio, in casa, ha fatto venir meno un' eccitazione visibile fisicamente, inevitabilmente alle cose ci si abitua, se non si reprimono. Però ho messo sulla bilancia in modo obiettivo due cose: la sensazione di sentirmi donna da una parte e dall'altra la potenza della carica erotica (immaginaria, visto che non ho più la forte eccitazione fisica del proibito)... e tra le due ho notato che in me è più forte e reale il secondo aspetto. Pertanto attualmente non penso più di essere una donna ma bensì un uomo, che per qualche motivo, a volte si veste da donna; e vuole essere chiamato e pensare a se stesso con la desinenza femminile. C'è però tutta una zona della mia psiche su cui voglio fare chiarezza, con calma, ascoltando le sensazioni, ed è quella parte di me che associa dei significati molto coinvolgenti alle differenze di genere. Significati che mi sono stati trasmessi dalla cultura, ma significati che io stessa mi sono creata, magari per paura di sembrare effeminata. Concludo dicendo che per me è un percorso alchemico in divenire, non un hobby (a meno che per hobby non si intenda la vita stessa, il che ci può anche stare).

Avatar utente
Roby
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 3339
Iscritto il: venerdì 10 ottobre 2014, 7:14
Località: Lombardia
Età: 56
Contatta:

Re: Le cause del travestivismo

Messaggio da Roby »

Deborah.t ha scritto:Roby come sempre precisa e approfondita la tua spiegazione. Sei davvero una risorsa enorme e insostituibile per questo forum. Mi piacerebbe fare un chiacchierata con te devi essere proprio in gamba!
Ho letto che intorno ai 40 anni con il calo dei livelli di testosterone si può assistere ad un maggior impulso al travestivismo, cosa ne pensi?
Cara Deobrah,

Prima di tutto ti ringrazio per le parole di stima. Non so se le merito ma fanno piacere !!

Non so dire se il calo di testosterone porti ad un aumento del desiderio di travestirsi, personalmente tenderei a pensare che non sia esattamente così.

Piuttosto nel corso della vita possono cambiare le spinte interne, le motivazioni che ci spingono verso il travestimento.

È abbastanza comune (ma non riguarda proprio tutte) che da giovani il travestimento sia associato all'eccitazione erotica; poi dopo la auto "soddisfazione" subentra la brusca repulsione per il proprio travestimento e anche senso di vergogna.

Magari con l'avanzare dell'età, la componente erotica diminuisce, e subentrano altri aspetti come per esempio il gusto estetico di vedersi belle e femminili, la voglia di impersonare un ruolo femminile in situazioni di vita fuori delle mura domestiche...

Tutto ciò sarà legato al calo di testosterone? Vai a capire...

Considera che ognuna ha il proprio personale percorso, ma secondo me contano di più le esperienze fatta e la consapevolezza dei nostri desideri ed esigenze che si fa via via più definita.

Baci

Roby

Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk
La Roby

Moderatrice di X-Dress

Avatar utente
LauraB
Queen
Queen
Messaggi: 5552
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 22:10
Località: Brescia
Età: 57
Contatta:

Re: Le cause del travestivismo

Messaggio da LauraB »

Tranquillizzo tutte, con "hobby" si voleva solo provare a classificare questa attività nella propria vita, con gli spazi, con i tempi, con la crescita di conoscenze, incastrandolo nei momenti della settimana, del week end. Chiaro che poi ha degli aspetti particolari.

E mi permetto di chiamarlo ancora "hobby" pure adesso che mi sta permeando il 100% di ogni momento, pur avendo io superato il crossdressing in quanto tale
Laura Bianchi

Avatar utente
Michela
Gurl
Gurl
Messaggi: 467
Iscritto il: lunedì 15 ottobre 2018, 21:02
Località: Rimini
Età: 50
Contatta:

Re: Le cause del travestivismo

Messaggio da Michela »

Diversi anni fa in cerca di risposte mi procurai un testo dell'editrice astrolabio di Harry Benyamin intitolato il fenomeno transessuale.
È' un testo molto vecchio di un autore tedesco sessuologo ed endocrinologo che si è interessato tra i primi all'argomento..
Concordo pienamente con Roby dietro ogni crossdresser si nasconde un universo molto diverso e variegato come d'altronde complesso e' l'animo umano.
Ci possono essere aspetti feticistici talora legati a fenomeni di autoerotismo ed aspetti legati al l'identità di genere suddivisi in varie scale in base all'isofferenza rispetto al l'appartenenza del proprio genere.
Talora possono esserci a mio avviso anche aspetti di tipo narcisistico ( lo specchio ne è un esempio suggestivo ed esplicativo).
Con il tempo il fenomeno può subire delle metamorfosi ma non credo personalmente che possa dipendere dai livelli di testosterone circolante ma piuttosto come dice Roby a cambiamenti interni più di natura psicologica legati al bisogno di fare emergere una parte femminile tenuta repressa e vissuta spesso in modo estremamente conflittuale e con sensi di colpa.
Non mi piace l'idea di una etichetta diagnostica per un modo di essere .... di sentirsi classificate nei vari DSM che periodicamente vengono aggiornati oltre oceano.
Come afferma giustamente Laura il problema non siamo noi ma deriva dal discostarsi dall'opinione corrente cioè dal pensiero dominante che vede patologico se non strano che un uomo possa indossare abiti del sesso opposto (ciò ovviamente può valere anche per una donna che usa abiti maschili ma in questo caso l'effetto viene spesso smorzato ed ha ricadute diverse nella società in cui viviamo ).
Rispetto al considerarlo hobby credo che l'unica similitudine possa essere legata alle inevitabili ricadute sul proprio budget infatti come ogni hobby che si rispetti le spese non mancano ( già oggi potrebbe pesare un dignitoso guardaroba maschile ma associarne uno femminile dove spesso all'inizio un po' per i pentimenti un po' per inesperienza si butta o si compera alla cieca diventa un aspetto di non poco conto).
Comunque al di là quello che ognuno di noi e' o che rappresenta nel suo mondo interno l'importante a mio avviso e' cercare il meno possibile di farsi condizionare dagli altri e di vincere un senso di vergogna che quasi sempre ci accompagna in questo mondo ma non siamo sicuramente noi che dobbiamo vergognarci ma magari quelli che ci bacchettano con sarcastici giudizi nelle uscite en femme e che magari sono i primi ad essere attratti dalla nostra talora esasperazione del concetto di femminilità sia nel'abbigliamento sia nelle movenze.
Ciao baci a tutte
Michela
Ultima modifica di Michela il lunedì 14 gennaio 2019, 18:46, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Dafne73
Gurl
Gurl
Messaggi: 136
Iscritto il: lunedì 26 novembre 2018, 12:38
Località: Sardegna
Età: 47
Contatta:

Re: Le cause del travestivismo

Messaggio da Dafne73 »

Innanzi tutto grazie per i numerosi spunti che ci sono in questa discussione, come sempre riuscite a portarmi dentro le vostre esperienze.
Per quanto mi riguarda, non conosco appieno quali sono i veri meccanismi che mi spingono a fare il crossdressing, più sono certo di conoscere la risposta giusta e più mi contraddico. A tutti voi sembrerà strano e bizzarro ma io quando ero molto piccolo ricordo come un flash, una sensazione di una vita passata, dove io ero una ragazza del periodo Vittoriano che indossava un vestito marron la cuffietta bianca con un pizzo ed un ombrello dove mi trovavo sulle rive di un fiume. Ora tra le fantasie infantili e contaminazione cinematografica, questo mio intimo ed arcaico "pensiero" mi ha aperto gli orizzonti e ad accettare tutte le possibili varianti dell'esse un umano. Si certo molto "speciale"

Avatar utente
LindaB
Princess
Princess
Messaggi: 1254
Iscritto il: martedì 21 ottobre 2014, 11:49
Località: Milano\Pavia
Contatta:

Re: Le cause del travestivismo

Messaggio da LindaB »

Mi sono da tempo convinta che travestirsi , per chi lo fa come "noi, sia una necessità: ciascuna ne avrà più o meno bisogno, ciascuna coi propri tempi e modi; altrimenti son certa che potendo , faremmo dell'altro.
Con gli anni e maturando la consapevolezza di sè, l'approccio a questa "pratica necessaria" può mutare: e qui ci sono varie testimonianze di come possa evolvere.
Le cause di tutto ciò, non le conosco: mi sarebbe piaciuto fossero state di tipo biologico/genetico e quindi indipendenti da me; invece pare che non sia così.
La cosa che reputo più importante per quelle "come noi" è: cercare di viverla serenamente poiché non passa e reprimerla non vi aiuterà a stare meglio.
Purtroppo c'è il problema delle relazioni sociali, ma i tempi stanno cambiando ed io mi sento ottimista.
Linda

Avatar utente
Deborah.t
Gurl
Gurl
Messaggi: 330
Iscritto il: lunedì 27 novembre 2017, 14:03
Località: Trentino
Età: 42
Contatta:

Re: Le cause del travestivismo

Messaggio da Deborah.t »

LindaB ha scritto:
Le cause di tutto ciò, non le conosco: mi sarebbe piaciuto fossero state di tipo biologico/genetico e quindi indipendenti da me; invece pare che non sia così.
Linda
Dove hai appreso queste cause?

Inviato dal mio COL-L29 utilizzando Tapatalk
Deborah

Rispondi