Ma non puoi raccontarlo....

Moderatori: AnimaSalva, Valentina, Lorett@, vernica71, Melissa_chan, virgolette, Alyssa, Irene, CristinaV, Roby

Avatar utente
Steffi Ritzka
Teen
Teen
Messaggi: 50
jedwabna poszewka na poduszkę 40x40
Iscritto il: martedì 12 ottobre 2021, 3:37
Località: Terni

Re: Ma non puoi raccontarlo....

Messaggio da Steffi Ritzka »

Roby ha scritto: mercoledì 13 ottobre 2021, 21:22 Non si può raccontare,
Ma tu intanto l'hai raccontato ad un'intera comunità le persone che ti accolgono e non ti giudicano ( Anche perché sono come te).
È già un bel passo avanti non ti pare?

Magari col tempo scoprirai che poi anche raccontarlo , se non proprio a tutto il mondo , a qualche amico/a fidato/a.
Io dopo anni l'ho fatto ed ho scoperto in alcuni casi molta più apertura di quello che avrei immaginato.
Baci
Roberta

Inviato dal mio SM-A530F utilizzando Tapatalk
Ciao Roberta
Grazie innanzitutto per il commento e per le belle parole che mi scrivi.
E grazie anche per avermi accettata nel forum, regalandomi la possibilità di condividere il mio racconto fatto di ricordi, sensazioni e stati d'animo realmente vissuti che si riferiscono a tempi in cui un forum come questo era solo un sogno e la comprensione delle persone che avevi intorno era praticamente inesistente..
Per fortuna oggi non è più così

Buona giornata
Steffi

Avatar utente
Michelle_66
Teen
Teen
Messaggi: 63
Iscritto il: lunedì 7 giugno 2021, 22:13
Località: Torino

Re: Ma non puoi raccontarlo....

Messaggio da Michelle_66 »

Steffi,
mi sono ritrovata nel tuo racconto. Attendere con il cuore in gola che la moglie esca, indossare le autoreggenti comprate al supermercato, poi prendere in prestito le sue mutandine e un suo vestito, poi guardarti allo specchio e essere orgogliosa di vederci una bella femmina.
Poi viene il rimorso, la paura di non essere normale, le autoreggenti buttate nel cassonetto, i sensi di colpa verso la moglie eccetera eccetera.
Per fortuna in questo forum ho scoperto di non essere sola e ho saputo accettare questo lato della mia personalità.
Michelle

Avatar utente
virgolette
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 2685
Iscritto il: domenica 7 settembre 2014, 17:34
Località: Torino
Età: 56
Contatta:

Re: Ma non puoi raccontarlo....

Messaggio da virgolette »

Si che si può raccontare.
Io l'ho detto a TUTTI
anche nella fabbrica dove lavoro TUTTI lo sanno.
Diverse volte sono uscito dal lavoro in minigonna e tacchi alti.
E sapete la cosa buffa ? non sono stato licenziato. Nessuno mi rinsulta, tutti mi rispettano. Le donne che lavorano sulla linea con me addirittura mi coccolano.
Ieri, oggi e domani sono in mutua ma l'altro ieri ho lavorato sul turno di notte con un forte raffreddore e la capolinea mi ha portato una bustina di Tachipirina ed un bicchier d'acqua per darmi un po' di sollievo.
Io sono fermamente convinto che ognuno raccoglie quello che ha seminato e nella mia vita io ho sempre portato rispetto a tutti ed ho sempre cercato di essere gentile e comprensivo con tutti ed oggi mi rendo conto che ho fatto la cosa giusta e sto raccogliendo i frutti del mio comportamento.
Le donne della mia fabbrica mi chiedono opinione sui loro acquisti, sulle loro scarpe. gli uomini mi trattano esattamente come prima (quando non sapevano che indosso gonne e tacchi) forse hanno capito che sono una brava persona indipendentemente da come mi vesto?
Bisogna dire che tutte queste persone mi vedono ogni giorno e quindi hanno avuto modo di "giudicare" prima e dopo il mio"coming out"
mentre chi ti incrocia per strada ti giudica e basta. Siccome giudicare è sbagliato, te ne devi fregare, come faccio io.
Vivi. la vita è una sola.
Soprattutto non buttare niente, perché molte delle cose che hai comprato non le troveresti più.

Un abbraccio.

Davide
Inviato dalla mia moka utilizzando Talpatrack !!

Avatar utente
Katymakeup
Lady
Lady
Messaggi: 996
Iscritto il: giovedì 22 dicembre 2016, 18:29
Località: lodi provncia
Età: 33

Re: Ma non puoi raccontarlo....

Messaggio da Katymakeup »

Sono momenti ed emozioni che tutte quante noi abbiamo passato.
Uscire e gridare i propri sentimenti aiuta. Non si può tenere tutto dentro.
Se mai troverai la forza di parlarne con qualcuno al di fuori del forum sarà un sollievo.
In ogni caso il forum è sempre qui per te per parlare e sfogarsi.

Avatar utente
iole
Baby
Baby
Messaggi: 9
Iscritto il: lunedì 11 ottobre 2021, 23:45
Località: Lecce

Re: Ma non puoi raccontarlo....

Messaggio da iole »

Ciao Steffi,
anche per me è così, oltre a non poterlo raccontare per me è anche non poter vedersi liberamente en-femme.
Solo in pochissimi minuti in camera o in bagno davanti allo specchio, indossando solo indumenti che si possono nascondere sotto a magliette o jeans. e niente trucchi o accessori (non sia mai!!)
Pochi attimi che in quei momenti, ti senti "sollevata" dal desiderio che a volte ti mangia, soprattutto dopo aver incontrato per strada o visto in TV tante donne da invidiare ed essere al loro posto.

Avatar utente
sandrina
Gurl
Gurl
Messaggi: 229
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 15:07
Località: provincia di milano.
Età: 61
Contatta:

Re: Ma non puoi raccontarlo....

Messaggio da sandrina »

io ho risolto tutto grazie ad una collega d’ufficio con la quale da tempo memorabile ne ho sempre parlato, ma non tirando in ballo me stessa.
prendendo ogni spunto possibile, fino ma a capire che si, è la persona giusta con la quale condividere le mie sensazioni ( quando sono en homme) e le mie situazioni (quando sono en femme)…
lei stessa mi parla come tra donne, pur se sono in versione maschile, mi espone i dubbi e problemi prettamente femminili, quindi, una sincerità completa. sincerità psicologica, fisica, comportamentale…
insomma, io tocco il cielo con un dito.
Sandrina
Alessandro....la "vecchia gallogallo", ora rinnovata !! e la nuova Sandrina,ha un altro spirito...

Avatar utente
irentrav
Baby
Baby
Messaggi: 13
Iscritto il: giovedì 14 ottobre 2021, 5:48
Località: Palermo
Età: 51

Re: Ma non puoi raccontarlo....

Messaggio da irentrav »

Bellissimo racconto, in cui mi rivedo totalmente...ho attraversato questi cicli già diverse volte: comprare, nascondere, buttare via tutto dicendo: da oggi non succederà più..ma ogni volta ricomincia più forte....mi chiedo come faremo a convivere con questo nostro "alter ego" riuscendo a mantenere la facciata... Come faremo, e soprattutto:fino a quando?

Avatar utente
Anna
Teen
Teen
Messaggi: 68
Iscritto il: mercoledì 10 novembre 2021, 23:48
Località: Roma
Età: 49

Re: Ma non puoi raccontarlo....

Messaggio da Anna »

Steffy ciao

Quanta bellezza. Mi hai commosso e fatto stare lì, passo passo insieme a te: con il cuore in gola alla cassa di un supermercato, nella gioia di una piccola conquista, negli innumerevoli quanto alla fine inutili reset. Ma, soprattutto, nella tenacia di questo fiore che infondo ognuna di noi è, e nella sua capacità di trovare sempre, alla fine, un modo di tornare ad esistere. Nel secondo canto dell’Inferno c’è un punto preciso in cui Dante, con un’immagine potentissima, racconta di questa possibilità di tornare ad esistere quando tutto sembrava perduto.

Quali i fioretti, dal notturno gelo
chinati e chiusi, poi che 'l sol li 'mbianca
si drizzan tutti aperti in loro stelo,
tal mi fec'io di mia virtute stanca.
Inferno, II, 127-130

Un abbraccio, Anna.
E Anna verrà
Col suo modo di guardarci dentro
Di sorridere di questa libertà

Avatar utente
Deb
Gurl
Gurl
Messaggi: 265
Iscritto il: venerdì 14 febbraio 2020, 15:31
Località: Milano
Età: 51
Contatta:

Re: Ma non puoi raccontarlo....

Messaggio da Deb »

Steffi é esattamente quello che mi successo moltissime volte, poi alcuni anni fa ho trovato questo forum forum ed ho cominciato a frequentarlo (anche se non sempre presentissima)
e raccontarmi , ricevendo sostegno e consigli.
I sensi di colpa sono svaniti e vivo solo le belle sensazioni di sentirsi en femme quando posso/voglio.....ed avere lo smalto rosso sui piedi !!!!! anche senza sandali.

Un abbraccio
Deb

Rispondi