Estetica ma non solo...

Estetica ma non solo...

Messaggioda Celeste » giovedì 5 luglio 2018, 11:29

Approfitto di questo magnifico spazio (invenzione stupenda!!! Brave!!!) per "sfogare" una cosa. Premetto che ogni giorno faccio un certo tragitto a piedi per andare al lavoro e camminando ogni tanto vedo delle donne molto attraenti (di varie età). Questa mattina stavo ascoltando in cuffia la raccolta "Blues" di Jimi Hendrix che muove la mia anima come le onde... come ogni mattina mi sono imbattuta in una giovane donna (avrà vent'anni meno di me) che incrocia il mio cammino, lei va verso la direzione opposta. E' molto femminile, ha un bel viso dolce ma anche significativo, un fisico incredibile, altezza perfetta, forma perfetta, seno pronunciato ma non eccessivo, e si veste anche con gusto, ha sempre dei dettagli eleganti e raffinati perfino quando indossa i jeans, quando è tutta elegante per me è da infarto... comunque qualsiasi cosa indossi le sta bene, sembra incredibile. Come sempre la ho ammirata e, complice la musica che ascoltavo, mi sono sentita come se avessi l'energia di una stella dentro di me.

Poi ho cominciato a pensare... mi sono chiesta se io volessi provare ad essere come lei (forse si) o se mi piacerebbe uscirci assieme (forse si) o se ne fossi sessualmente attratta (credo di si)... ma a parte tutte queste cose, mi sono sentita come se io fossi uno strumento musicale, che è stato suonato proprio per bene da quella stupenda visione femminile! Poi ho pensato che alla fine è la realtà delle sensazioni quello che rende stupenda la vita!

Lo sfogo in questo caso è dovuto al fatto che la sensazione che ho provato è stata davvero forte, e così la ho tradotta in parole.

Posso anche dire che però per me è fondamentale l'interiorità di una persona (e comunque mi capita di ammirare tante donne, e di certo non sono mai stato uno che ci prova con tutte, guardo donne non solo giovani ma anche di età media o superiore alla mia)... ma nonostante questo l'estetica dell'aspetto esteriore la sento ugualmente potentissima, fa risuonare qualcosa che ho dentro. Specifico che io sento sensazioni forti anche guardando la bellezza delle cose (e anche usando gli altri sensi come ascoltando la musica)... ad esempio se un quadro mi piace posso anche provare dei brividi nell'ammirarlo, io stessa dipingendo cerco un'estetica che risuoni dentro di me. Ma non è un'estetica superficiale, è come una rappresentazione esteriore e simbolica di bellissime sensazioni interiori. Sto notando inoltre che il mio avventurami nel crossdressing sta aggiungendo o approfondendo qualcosa a questo tipo di sensazioni, ma devo ancora capire che cosa sia... ad esempio nel guardare le donne adesso ho una maggiore attenzione ai dettagli, nel guardare la natura ho una maggiore attenzione verso le mie sensazioni, forse lasciandomi andare sento di più, accetto di sentire di più... e accetto anche di soffermarmi in tutti i dettagli, che magari lo stereotipo di uomo, in cui ero ingabbiata, non mi permetteva di guardare... come i dettagli dei fiori o i dettagli dell'abbigliamento o della gestualità femminile...
"Without loving-kindness for ourselves, it is difficult, if not impossible, to genuinely feel it for Others." (Pema Chödrön)
"Siccome c'è sempre nuova creazione nell'universo, anche le tue reazioni mentali e psicologiche a essa sono soggette a un continuo cambiamento." (Anandamayi Ma)
"Niente o Nulla: come lo zucchero che si scioglie in acqua, l' "io" non se n'è andato, ma è stato assorbito, si è dissolto." (K.E. Helminski)
"È nell'intuizione che si realizza la consapevolezza della Beatitudine" (Yogananda)
Avatar utente
Celeste
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 143
Iscritto il: venerdì 18 maggio 2018, 23:25
Località: Triveneto

Re: Estetica ma non solo...

Messaggioda dream62 » giovedì 5 luglio 2018, 22:31

La differenza tra noi (o molte di noi) crossdresser e un uomo <comune>, quando vediamo una bella donna, è che in più noi desideriamo di 'essere lei'; le altre sensazioni e pensieri sono praticamente identici.
Il fatto che tu ora porga più attenzione all'estetica esteriore ed interiore, ai particolari, forse nasce dal fatto che ti senti più libera di pensare a 360 gradi, senza distinzione sul gender del pensiero. Forse è una caratteristica che hai sempre avuto ma che 'ti vergognavi' di ammetterla a te stessa, forse è l'entusiasmo di chi muove i primi passi nel crossdressing e aggiungo un po' di autosuggestione provocata dalla frequentazione nel forum.
Forse....
...mah....
...chissà...
: Smile :
Stefy
Avatar utente
dream62
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 3021
Iscritto il: mercoledì 22 ottobre 2014, 20:19
Località: Emilia

Re: Estetica ma non solo...

Messaggioda Frida » venerdì 6 luglio 2018, 12:56

dream62 ha scritto: Forse è una caratteristica che hai sempre avuto ma che 'ti vergognavi' di ammetterla a te stessa, forse è l'entusiasmo di chi muove i primi passi nel crossdressing e aggiungo un po' di autosuggestione provocata dalla frequentazione nel forum.


..forse tutte queste cose insieme. Tutti.e sono sensibili alla bellezza.
"Una voce chiama da Seir in Edom: sentinella quanto durerà ancora la notte? E la sentinella risponde: verrà il mattino ma è ancora notte; se volete domandare ritornate un' altra volta"
Avatar utente
Frida
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1101
Iscritto il: giovedì 12 novembre 2015, 1:46
Località: Milano

Re: Estetica ma non solo...

Messaggioda LindaB » venerdì 6 luglio 2018, 17:53

Sicuramente deve essere successo qualcosa, come si usa dire "è scattata una molla", ma vai tu a sapere quale e quando e dove !!!
Dopo lo "scatto" hai acquisito una maggiore consapevolezza di te stessa,ma forse tutto il resto era già "dentro di te", e non lo sapevi.

Personalmente ho sempre pensato a me stessa come una persona davvero troppo distante dagli stereotipi che riguardavano i maschi\uomini e mi son sempre sentita naturalmente portata verso un approccio alla vita molto più vicino allo sterotipo che riguardava le donne\femmine.

Eppoi ho indagato e scoperto tante altre realtà.
Alcune ho pensato che non mi riguardassero (impossibile !! mi ripetevo...) e le ho temute per tantissimi anni, considerandole addirittura delle opzioni spaventose.

In tutto questo tempo nel quale ho svolto le mie "indagini", parecchi anni, ho sempre saputo di non essere conforme allo stereotipo di riferimento: accettarlo mi stà permettendo di affrontare diversamente (e più serenamente...) la vita quotidiana, ma non mi son mai sentita "in cambiamento", per nulla.
Quanto all'estetica, concordo con te: mi son sempre piaciute le donne, non ci trovo nulla di attraente\interessante in un corpo maschile, nemmeno nel mio che non ho mai particolarmente apprezzato.

Linda
Avatar utente
LindaB
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1156
Iscritto il: martedì 21 ottobre 2014, 11:49
Località: Milano\Pavia

Re: Estetica ma non solo...

Messaggioda Celeste » venerdì 6 luglio 2018, 20:03

Grazie per le risposte! allora sono d'accordo con tutte le parole delle tre risposte tranne che su una cosa... nella prima risposta di dream62 quando dici un po' di autosuggestione provocata dalla frequentazione del forum... allora ok per l'autosuggestione, è probabile, perché sono una persona contemplativa e contemplo anche all'interno di me stessa... ma non autosuggestione da frequentazione del forum... In realtà la forte attrazione per la bellezza c'è la ho sempre avuta e anche la voglia di contemplare le cose (anche le sensazioni forti nella contemplazione ce le ho sempre avute, non è una cosa di adesso, per citare un aneddoto un po' ridicolo, da ragazza ogni tanto andavo a sedermi sul bordo di un canale per contemplare l'acqua e un giorno è successo che due ragazze vedendomi così fisso per un'ora mi sono venute vicino preoccupate che volessi suicidarmi... ho dovuto tranquillizzarle spiegandoli che stavo solo contemplando l'acqua... e che mi piaceva farlo e che non volevo suicidarmi... insomma anche prima sembravo un po' matta nella contemplazione... poi di esperienze di contemplazione ne ho fatte tante perché mi interessa la mistica, lo yoga, le visualizzazioni).

La differenza, rispetto prima, è però che adesso posso soffermarmi a guardare tutto, anche ciò che prima non corrispondeva alle mie paranoie di dover fare solo cose "maschili", ad esempio il fatto di osservare la gestualità femminile, prima non lo facevo, adesso mi permetto di farlo. La stessa cosa vale per l'osservare i vestiti femminili, quello in realtà lo facevo anche prima, però avevo la paranoia di non essere maschile nel soffermarmi in questa osservazione, ora me lo posso permettere. Questo mi fa sentire più libera. In una parco mi sono messa ad osservare i magnifici fiori grandi delle magnolie... adesso lo posso fare con gioia. Faccio un altro esempio: questo inverno ho fatto un rapido schizzo e come sfondo ho utilizzato il colore rosa... utilizzandolo mi sono detta... ecco se poi lo faccio vedere a qualche amico penserà che è un colore da donna... era una mia paranoia... e invece adesso ho una maggiore libertà di utilizzare i colori che voglio... per una persona come me, che ci tengo molto alla consapevolezza e sono anche abbastanza "visiva", poter lasciarmi andare a guardare quello che voglio è liberatorio.

Poi comunque nel travestimento io cerco bellezza, ma anche il cercare la bellezza adesso mi è più facile perché soffermarsi troppo sulla bellezza, prima non lo vedevo come una cosa molto "maschile".

Ci sono tutta una serie di cose che adesso posso tranquillamente fare senza pormi il limite se sia da uomo o da donna... mi sento più leggera, posso ascoltare le mie sensazioni senza dirmi "Oddio, cosa sto facendo?". Il fatto è che mi hanno sempre attirato certi tipi di cose che non sono tipiche degli uomini, e questo un po' mi faceva sentire in colpa. Ma in realtà sono gli altri che mi hanno fatto sentire in colpa... perché io da piccola facevo quello che mi sentivo di fare, ma poi se ti fanno notare la tua diversità rispetto agli altri maschi ti senti strana, e io mi ero appesantita nel dover apparire maschile, e adesso mi sto prendendo la mia libertà... però sicuramente è un cambiamento forte lasciar andare i vecchi schemi rigidi, quindi anche le sensazioni che provo le sto esplorando... per il momento ho la sensazione di poter accogliere più comodamente (come un'anfora più grande) ciò che prima ero timorosa di guardare e di sentire.

Perfino nella consapevolezza del mio corpo posso accogliere tutte le sensazioni che provo in modo più totale... perché prima ad esempio mi sentivo un po' a disagio a sentire le parti del corpo più molli, a riposo... mi spiego meglio, se facevo uno sforzo fisico tipo andare a correre mi sentivo maschio nel sentire i muscoli tonici... o se dovevo sollevare qualche oggetto sentire la forza dei bicipiti e delle spalle mi dava una sensazione maschile... ma sentire il corpo rilassato da seduta mi faceva venire la paranoia che non fosse virile... adesso non me ne importa più invece, perché adesso mi posso permettere di sentire anche la morbidezza del mio corpo. Anche questo fa parte dell'allargare la mia consapevolezza.

Mi piacciono molto le frasi:

- Dream62: ti senti più libera di pensare a 360 gradi

- LindaB: Dopo lo "scatto" hai acquisito una maggiore consapevolezza di te stessa, ma forse tutto il resto era già "dentro di te", e non lo sapevi
"Without loving-kindness for ourselves, it is difficult, if not impossible, to genuinely feel it for Others." (Pema Chödrön)
"Siccome c'è sempre nuova creazione nell'universo, anche le tue reazioni mentali e psicologiche a essa sono soggette a un continuo cambiamento." (Anandamayi Ma)
"Niente o Nulla: come lo zucchero che si scioglie in acqua, l' "io" non se n'è andato, ma è stato assorbito, si è dissolto." (K.E. Helminski)
"È nell'intuizione che si realizza la consapevolezza della Beatitudine" (Yogananda)
Avatar utente
Celeste
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 143
Iscritto il: venerdì 18 maggio 2018, 23:25
Località: Triveneto



Torna a L'angolo dello sfogo




Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010