Disturbi?

Disturbi?

Messaggioda Marika » martedì 5 marzo 2019, 9:24

Lo sapete che la manifestazione del nostro modo di essere è classificata come "disturbo dell'identità di genere" ?
Macchè 'disturbo' ... io sono fatta così, un po' complicata, forse!
Al massimo posso definirmi come 'discosta dalla media'.
Ma non mi sento 'da correggere' e nemmeno malata, anzi, mi piaccio così, mi vado bene!
Certo che sia come 'identità' che come 'genere' è difficoltoso definirsi.
Rimane ben definito solo l'aspetto biologico, ma quello psicologico...
Quando vado a fare sport vorrei essere un maschio atletico e muscoloso -e del resto sotto questo aspetto ho un discreto fisico-
Quando sono en-femme vorrei le spalle strette, il fisico meno definito, il seno, i fianchi stretti, niente peli (beh, magari sulla fronte, che la calvizie si è fatta sentire).
Quando sono con mia moglie non mi dispiace il mio ruolo di 'uomo' che sostengo volentieri.
Ma sono sicura che se incontrassi una di voi sorelline con un carattere compatibile, sensibile, magari particolarmente femminile, potrei anche gradire della sua compagnìa.
E poi non mi sento attratta dagli uomini, se fossi donna probabilmente sarei lesbica.
Anche ora, che al lavoro sono uomo, indosso il nubra con sopra un body a perizoma di pizzo, reggiseno con ferretto taglia 95B.
Macchè 'disturbo', tutto questo è bello, è emozionante quando si può esprimere la propria personalità!
Non ho problemi ad accettarmi così come sono; sorgono problemi nel rapportarsi con gli altri, principalmente perchè non capiscono!
Non è un 'disturbo' ... magari un po' di confusione?

Marika
Avatar utente
Marika
Teen
Teen
 
Messaggi: 99
Iscritto il: venerdì 5 giugno 2015, 14:37
Località: Bologna

Re: Disturbi?

Messaggioda Serena Crossdresser » martedì 5 marzo 2019, 9:54

Sei te stessa ... Che ti frega del disturbo che dicono ci sia ? Io non mi sento affatto disturbata !
Serena


... L'ora miracolosa che almeno una volta tocca a ciascuno. Per questa eventualità vaga, che pareva farsi sempre più incerta col tempo, uomini fatti consumavano lassù la migliore parte della vita.

„Difficile è credere in una cosa quando si è soli, e non se ne può parlare con alcuno. Proprio in quel tempo Drogo si accorse come gli uomini, per quanto possano volersi bene, rimangano sempre lontani; che se uno soffre, il dolore è completamente suo, nessun altro può prenderne su di sé una minima parte; che se uno soffre, gli altri per questo non sentono male, anche se l'amore è grande, e questo provoca la solitudine della vita.“ —


cit. da " Il deserto dei Tartari " ( Dino Buzzati )
Avatar utente
Serena Crossdresser
Gurl
Gurl
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 352
Iscritto il: martedì 19 febbraio 2019, 15:44
Località: Ivrea

Re: Disturbi?

Messaggioda Roby » martedì 5 marzo 2019, 10:06

Marika ha scritto:Lo sapete che la manifestazione del nostro modo di essere è classificata come "disturbo dell'identità di genere" ?
Macchè 'disturbo' ... io sono fatta così, un po' complicata, forse!
Al massimo posso definirmi come 'discosta dalla media'.
Ma non mi sento 'da correggere' e nemmeno malata, anzi, mi piaccio così, mi vado bene!


Questa parte la sottoscrivo in pieno.

Un po' meno mi sento di condividere il fatto di sognare un corpo "variabile", ora virile, atletico e potente, ora con spalle strette seno e fianchi (scusa, non vorrei banalizzare).

Io per esempio sto arrivando ad amare ed accettate il mio corpo così com'è, da quando ho capito che non è un limite e mi supporta credibilmente anche al femminile: ho il seno piccolo ma è il mio e mi piace così... ecco magari farei a meno di quegli ammennicoli in mezzo alle gambe ma a parte quello non sogno di vedermi del tutto trasformata.
Però ... apprezzo il tuo punto cara Marika, qui dentro non ci sono due di noi esattamente uguali e le piccole o grandi differenze non sono (non devono essere) motivo di separazione, ma piuttosto occasione di sano confronto e inclusione.
Baci
Roby non
La Roby
Avatar utente
Roby
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 2168
Iscritto il: venerdì 10 ottobre 2014, 7:14
Località: Lombardia

Re: Disturbi?

Messaggioda Alyssa » martedì 5 marzo 2019, 10:50

Anche chi è miope è in perfetta salute, ma se vuole vederci bene deve mettere gli occhiali... o far ingrandire tutto il resto : Chessygrin :

Inviato dal mio spettegolefono usando i miei polpastrelli
Immagine
Tanto assurdo e fugace è il nostro passaggio per questo mondo, che l’unica cosa che mi rasserena è la consapevolezza di essere stata autentica, di essere la persona più somigliante a me stessa che avrei potuto immaginare.
Immagine
Avatar utente
Alyssa
Moderatrice
Moderatrice
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1274
Iscritto il: lunedì 16 novembre 2015, 13:29
Località: Provincia di Torino

Re: Disturbi?

Messaggioda Lau » martedì 5 marzo 2019, 13:01

Cosa vuol dire disturbo? Disturbo è una parola che per convenzione viene associata a ciò che da fastidio a un individuo? Ok ! Io tu ,noi non abbiamo.nessun disturbo o semplicemente ne abbiamo alcuni di diversa natura ma che non sono quello che gli altri vogliono associare all'idea di problema...quindi il disturbo è quello che vedono gli altri?

Boh ...io sto bene così e me ne frego

from my Pentium 200 PRO socket8
Avatar utente
Lau
Teen
Teen
 
Messaggi: 93
Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2019, 18:15
Località: provincia di verona , toscana e lombardia

Re: Disturbi?

Messaggioda Michela » martedì 5 marzo 2019, 16:13

Il termine disturbo ha origine latine deriva da disturbare....come si evince da quanto scritto sul dizionario Treccani significa disperdere , scompigliare....turbare un’attivita o una funzione impedendone con interventi molesti il normale svolgimento.....ora se dobbiamo accettarne anche il significato patologico assunto in medicina io ne rifiuto a priori l’accezione del termine per ridurre a malattia il nostro modo di essere che sarà si variegato e complesso ma ben lontano da scompigliare l’ordine costituito ma se mai capace di arricchirlo in modo originale.
Ciao baci
Michela
Avatar utente
Michela
Teen
Teen
 
Messaggi: 91
Iscritto il: lunedì 15 ottobre 2018, 21:02
Località: Rimini

Re: Disturbi?

Messaggioda alexa70 » martedì 5 marzo 2019, 17:59

Uhm ... Davvero viene definito cosi' ? Io credevo di essere soltanto una persona di sesso maschile cui piacciono cosi' tanto gli indumenti del mondo femminile da arrivare anche ad indossarli ....

Che mondo strano ....
Alexa

"Ci han concesso solo un vita, soddisfatti o no qui non rimborsano mai"
Avatar utente
alexa70
Gurl
Gurl
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 215
Iscritto il: domenica 11 marzo 2018, 13:47
Località: Tortona - AL - Piemonte

Re: Disturbi?

Messaggioda Roby » martedì 5 marzo 2019, 19:49

alexa70 ha scritto:Uhm ... Davvero viene definito cosi' ? Io credevo di essere soltanto una persona di sesso maschile cui piacciono cosi' tanto gli indumenti del mondo femminile da arrivare anche ad indossarli ....

Che mondo strano ....
Beh ragazze piano un momento: il disturbo dell'identità di genere o "disforia" è una cosa abbastanza seria e precisa: quella che in genere è alla base del transgenderismo.

Ben altro discorso è il cross dressing, come quello descritto da Alexa, che di solito non è per niente associato a nessuna istanza o disturbo legato all'identità di genere.

Anche se a volte il cross dressing può essere un primo sintomo. Da cui alcune sentono il bisogno di iniziare un percorso di consapevolezza che le porta a riconoscere in noi una vera disforia di genere. Ma solo alcune.

Roby
La Roby
Avatar utente
Roby
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 2168
Iscritto il: venerdì 10 ottobre 2014, 7:14
Località: Lombardia

Re: Disturbi?

Messaggioda Serena Crossdresser » martedì 5 marzo 2019, 20:08

Chioserei affermando che il crossdressing non nuoce gravemente alla salute, non abbassa le difese immunitarie, non fa andare all'inferno, non modifica l'indice ISEE, e non fa cumulo con altri redditi sicchè ... è divertente da morire !
Serena


... L'ora miracolosa che almeno una volta tocca a ciascuno. Per questa eventualità vaga, che pareva farsi sempre più incerta col tempo, uomini fatti consumavano lassù la migliore parte della vita.

„Difficile è credere in una cosa quando si è soli, e non se ne può parlare con alcuno. Proprio in quel tempo Drogo si accorse come gli uomini, per quanto possano volersi bene, rimangano sempre lontani; che se uno soffre, il dolore è completamente suo, nessun altro può prenderne su di sé una minima parte; che se uno soffre, gli altri per questo non sentono male, anche se l'amore è grande, e questo provoca la solitudine della vita.“ —


cit. da " Il deserto dei Tartari " ( Dino Buzzati )
Avatar utente
Serena Crossdresser
Gurl
Gurl
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 352
Iscritto il: martedì 19 febbraio 2019, 15:44
Località: Ivrea

Re: Disturbi?

Messaggioda Celeste » martedì 5 marzo 2019, 20:24

A me il percorso di consapevolezza sta portando a riconoscermi come uomo. Infatti più divento cosciente e meno necessito di attribuire ad una identità femminile quello che sento, in quanto posso semplicemente sentirlo come persona di genere maschile. Per 3 mesi durante l'estate passata ho pensato di essere interiormente donna, prima ancora pensavo di avere una parte femminile e ora non ne ho più bisogno. Questo è il mio percorso di liberazione. Il travestimento, il nome femminile e la desinenza per ora mi servono ancora, ma sono strumenti per mettere in discussione la mia rigidità mentale ed emotiva. Mi sento disturbata senz'altro, perché potenzialmente potrei essere più libera e armoniosa, ma ho pazienza, ogni cosa a suo tempo.

Inviato dal mio SM-A500FU utilizzando Tapatalk
Ultima modifica di Celeste il mercoledì 6 marzo 2019, 9:04, modificato 2 volte in totale.
Celeste Charlotte
Avatar utente
Celeste
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 376
Iscritto il: venerdì 18 maggio 2018, 23:25
Località: Triveneto

Prossimo


Torna a L'angolo dello sfogo




Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010