Viaggiare enfemme

Re: Viaggiare enfemme

Messaggioda sylvix » venerdì 9 novembre 2018, 2:37

susy ha scritto:Comunque bisognerebbe capire come si comportano gli addetti alle frontiere dei vari paesi di fronte ad una persona T con documenti maschili e con foto maschile. La mia esperienza in uscita dagl USA (controlli più light) ed in entrata in Europa dalla Germania è stata positiva. Ora non resta che provare il percorso inverso ed in altri paesi


mai viaggiato en femme, ma da tempo immemorabile faccio la spola fra germania, italia e inghilterra (dove dovrei risiedere), usa e cina, meno spesso in svizzera.
proveniendo dalla comunità europea, mi pare che le procedure siano più o meno uguali ovunque; agli ufficiali interessa solo accertare l'identità del soggetto e, se c'è corrispondenza con i dati biometrici, finisce li; nel caso specifico si tratterebbe solo di una questione estetica e non ci sono leggi che vietino di vestirsi da donna.
paradossalmente, uno degli aeroporti peggiori per i controlli è quello di cagliari; li sono sicuro che qualcosina di non conforme uscirebbe fuori. : Wink :
jeg taler ikke dansk!
Avatar utente
sylvix
Princess
Princess
 
Messaggi: 1512
Iscritto il: martedì 21 ottobre 2014, 3:09
Località: roma - brighton

Re: Viaggiare enfemme

Messaggioda Maurina » venerdì 9 novembre 2018, 21:31

susy ha scritto:Comunque bisognerebbe capire come si comportano gli addetti alle frontiere dei vari paesi di fronte ad una persona T con documenti maschili e con foto maschile.


Credo che si comporterebbero come davanti ad una cd. LLa situazione infatti è la medesima, documenti al maschile e sembianze femminili.
La tua esperienza sotto questo punto di vista è stata importante e mi fa stare tranquilla qualora dovessi prendere un apparecchio volante.
In passato l'ho fatto, ma aspetto fisico e carta d'identità combaciavano alla perfezione.
Ora leggermente meno..
Comunque sono due anni che viaggio in treno e in autobus con documenti al maschile e tutto il resto che fa sorgere almeno qualche dubbio, peraltro con una foto sul documento con tanto di barbone e capelli a zero (la foto la cambierò nei prossimi giorni giusto per scrupolo in attesa di poter cambiare anche tutto il resto ma i tempi sono lunghi), ma nonostante questo non ho avuto mai particolari problemi.
Una volta su un freccia bianca è arrivata la polfer che controllava i documenti dei viaggiatori.
L'agente mi ha chiesto la carta d'identità, mi ha squadrato per un po', poi ha detto che malgrado tutto c'era un po' di somiglianza facendomi capire che probabilmente aveva intuito il mio percorso.
L'unico inghippo è avvenuto in una struttura privata con ingresso controllato, ovvero alla reception dovevano rilasciarmi un pass trattenendosi la carta d'identità.
Io ho consegnato il documento ma l'addetta me lo ha riconsegnato pensando probabilmente che per errore le avessi dato quello di un'altra persona!
A quel punto le ho detto che quella nella foto ero io, e le ho spiegato il mio percorso.
Tante scuse e tutto ok.
Anche in albergo mai un problema, ma è vero che sono abitudinaria e frequento sempre gli stessi quando mi sposto o vado in vacanza.
Quindi hanno già i miei dati e l'unica cosa che mi chiedono è se per caso ho la nuova carta d'identità, perché in questo caso devono aggiornare la documentazione.
L'ho fatta lunga,
ciao ciao
Avatar utente
Maurina
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 321
Iscritto il: mercoledì 17 maggio 2017, 22:43
Località: Marche

Re: Viaggiare enfemme

Messaggioda susy » sabato 10 novembre 2018, 11:47

Si Maura le situazioni che hai affrontato e descritto sono del tutto paragonabili alle mie.
L'addetto/a di turno vede una persona di aspetto femminile e documenti con nome e foto maschili, ma non sa e forse non interessa se la persona è in transizione oppure una CD. Probabilmente molti/e non conoscono neppure la differenza.
Quindi se avevi il dubbio di come vanno le cose in un aeroporto di massima sicurezza come quello di Houston e Francoforte ti ho aperto la strada.
La differenza che può esserci tra una CD ed una trans è questa:
Una CD che vive il 99% del suo tempo al maschile non metterà mai la propria foto enfemme su un documento di identità per ovvii motivi.
Una Trans come te, invece, anche senza la correzione del nome può avere un documento di identità con la foto corrispondente all'aspetto attuale. Non ci vuole la sentenza del giudice. Quindi almeno può affrontare i controlli con la corrispondenza tra aspetto e foto; poi ci sarà un nome maschile ma a quel punto la situazione sarà del tutto chiara.

Personalmente sto pensando ad un documento "all round" avendo i capelli lunghi ed essendo in trattamento laser, con l'aiuto di un filo di fondotinta potrei ottenere una foto senza alone della barba, ancora di aspetto maschile (quindi spendibile quando mi sposto enhomme) ma non troppo lontana dal mio aspetto femminile (alla fine ci sarebbe solo un po' di trucco in più e capelli acconciati diversamente).
Che ne dite dell'idea di foto "allround" ? Si può fare?
Baci
Roby

Ps ho parlato facilmente di mettere la foto sui documenti ma in realtà non è così facile: bisogna rifare il documento. Ma non è detto che lo rifacciano se non è scaduto, deteriorato o ha finito le pagine per visti (in caso di passaporto). Qualcuno ipotizzava di denunciare lo smarrimento ma credo che denunciare il falso sia a sua volta un reato...

Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk
[font=French Script MT][size=150][color=#FF0000]Susanna[/color][/size][/font]
Avatar utente
susy
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1733
Iscritto il: venerdì 10 ottobre 2014, 7:14
Località: Lombardia

Re: Viaggiare enfemme

Messaggioda Maurina » sabato 10 novembre 2018, 23:25

[quote="susy"
Personalmente sto pensando ad un documento "all round" avendo i capelli lunghi ed essendo in trattamento laser, con l'aiuto di un filo di fondotinta potrei ottenere una foto senza alone della barba, ancora di aspetto maschile (quindi spendibile quando mi sposto enhomme) ma non troppo lontana dal mio aspetto femminile (alla fine ci sarebbe solo un po' di trucco in più e capelli acconciati diversamente).
Che ne dite dell'idea di foto "allround" ? Si può fare?[/quote]

Ottima idea, quoto in pieno!
In fondo si tratterebbe di un giusto e sacrosanto aggiornamento della propria immagine!
Sulla possibilità di poterlo fare prima della scadenza del documento, penso che la via migliore è quella del deterioramento.
Non credo sia un problema visto che le vecchie carte d'identità (quelle cartacee) perdono con facilità la loro freschezza.
Poi penso che sia anche un diritto poter cambiare la foto e rinnovare il documento, ma non ci metto la mano sul fuoco.
In fondo se rifacciamo la carta d'identità prima del dovuto, viene applicato anche un costo più alto rispetto a quello tradizionale.
Qui da me sono 30 euro.
Comunque denunciarne la scomparsa no, anche perché bisognerebbe prima fare la denuncia presso le forze dell'ordine e soltanto questo porterebbe via una mezza giornata.
Però prendete con le molle quello che vi dico perché l'addetto all'anagrafe potrebbe anche sollevare qualche problema.
Io fortunatamente non ne ho avuti.
Un po' perché la foto era obiettivamente sbiadita, secondo perché la responsabile dell'ufficio è a conoscenza del mio percorso e in fondo anche lei ha ritenuto più idoneo sostituire quell'immagine che immortalava un uomo con capelli cortissimi e barba lunga!
Un bacio,
Maura
Avatar utente
Maurina
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 321
Iscritto il: mercoledì 17 maggio 2017, 22:43
Località: Marche

Re: Viaggiare enfemme

Messaggioda Sara80 » domenica 11 novembre 2018, 10:40

susy ha scritto:
Ps ho parlato facilmente di mettere la foto sui documenti ma in realtà non è così facile: bisogna rifare il documento. Ma non è detto che lo rifacciano se non è scaduto, deteriorato o ha finito le pagine per visti (in caso di passaporto). Qualcuno ipotizzava di denunciare lo smarrimento ma credo che denunciare il falso sia a sua volta un reato...

Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk


Potresti farlo cadere, "per sbaglio", in una bacinella d'acqua ed essere poi costretta a rifarlo per deterioramento : Chessygrin :
Ad ogni modo, seguo un blog di una cd USA che per lavoro viaggia in aereo sempre en-femme, e non le hanno mai fatto problemi: l'unico consiglio, in caso di controlli, è quello di presentarsi con il proprio nome.
Anche volare in drag non dovrebbe essere un grosso problema: https://www.youtube.com/watch?v=K0OISU5g9v8

Sara
Avatar utente
Sara80
Teen
Teen
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 58
Iscritto il: mercoledì 12 agosto 2015, 21:37
Località: Roma

Precedente


Torna a Generale




Visitano il forum: SemrushBot/2~bl e 1 ospite


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010
cron