Il lavoro che vorreste se foste nate donna

Re: Il lavoro che vorreste se foste nate donna

Messaggioda Valeria » venerdì 8 novembre 2019, 16:51

il lavoro, non è facile sceglierselo, ma per lo più tocca fare, Tocca fare, ciò che ci è dato fare, anche se magari si hanno altre aspirazioni, o non le si hanno in quel momento, perchè non ci sono chiare e per lo più capita di fare, a seconda di occasioni e possibiltà, quanto ci permette di vivere o sopravvivere, per cui non è una cosa così automatica.

Poi è cosa diversa sapere cosa piace.
Idem trovare ciò che che veramente ci realizza e gratifica, sia come persone, sia come renumerazione e soprattutto come reale esperessione della propria individualità e del rapporto con gli altri in cui il lavoro dovrebbe trovare ed essere un equilibrio tra cosa ci dona interioramente, ciò che si compie verso gli altri e ciò che poi ci permette di avere una vita decorosa. Qui dipende molto dalla soggettiva percezione di cosa ci nutre anima, portafoglio e di che vita si abbia in testa e quali valori contino per noi.

Ci dovrebbe essere un valore alto nel lavoro che sia la reale espressione della libertà e dignità umana, non per nulla sta alla base delle regole fondamentali nel nostro ordinamento giuridico in quel principio di cui all'articolo 1 "L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro" della nostra carta costituzionale.

Quindi in linea di principio ci dovrebbe essere un sentimento di dignità umana e etica e sociale, politica e di rispetto delle individualità e della società e in cui ognuno è cives, soggetto sociale, politico, e il suo lavoro è una relazione e ha una relazione etica, politica, giuridica, economica, proprio nel contesto comune dell'organizzazione sociale in cui è: la società.

Non posso quindi che dare un peso, alto, ad una domanda simile e non posso pensare che in tal senso tale dignità umana e sociale sia o debba e possa essere ritenuta inidonea a questi alti principi di etica e politica.

La prassi della vita poi ci porta, per forza e costrizione ad adattarci a quanto ci tocca fare, ma in ogni nostra azione e in ogni lavoro, per quanto umile, o non ci piaccia o sia scarsamente esperessione delle nostre aspirazioni e indole umana, va messo quell'impegno che è espressione di questi principi.
Chi non lo fa ... molti ... sono individualità che poco hanno compreso della parola Lavoro e delle sue implicazioni.

Donne e Uomini, non credo si possa ritenere debbano avere un sentimento diverso in questo, come se ci fossero lavori che realizzano la donna o l'uomo con una distinzione "sessuale" del lavoro. Certo alcune attività forse sono per la loro fatica più attinenti ad una fisicità diversa. Più facile che un lavoro fisicamente usurante venga svolto da un fisico più resistente, anche se magari non lo è necessariamente la psiche, il che, dice già di per se, quanto sia anche in questo discutibile il tutto.

Se fossi nata donna che vorrei fare ... è una domanda quindi che non mi pongo. Non ne sento proprio la "diversità". Se avessi tette e vagina e culo e gambe più sinuose e un bel visetto, la cosa non inciderebbe affatto su di me ... non penserei a sfruttare il mio aspetto per lavorare o essere ... se questo era il senso della domanda ... ma mi preoccuperei più dell'essere e del fare sempre, anche sbagliando, il meglio possibile, ma con etica e un sentimento alto.

Se invece la vogliamo buttare in ridere, possiamo dire cose comiche e chi ne ha più ne metta ...

p.s. anche nel fare un lavoro che non ci piace, ma ci tocca, bisogna farlo nel migliore dei modi con rispetto e etica, per noi e quell'articolo 1 e ciò che ha racchiuso nelle sue, in apparenza semplici, parole, dell'enunciato.
Valeria
Avatar utente
Valeria
Lady
Lady
 
Messaggi: 779
Iscritto il: lunedì 8 febbraio 2016, 19:38
Località: Piacenza

Re: Il lavoro che vorreste se foste nate donna

Messaggioda roby_rm » venerdì 8 novembre 2019, 16:59

Michela ha scritto:Resta il fatto che si tratta di eccezioni..... come è raro ( in realtà a me non è mai capitato)trovare una donna con martello pneumatico o piccone ai bordi delle strade o fare le boscaiole è altrettanto raro trovare uomini a fare le hostess sui voli di linea o impegnate con sorrisi ad intrattenere i visitatori alle varie fiere in giro per il bel paese.
Come dicevo si tratta di ovvie differenze ( e ben vengano ) che nulla hanno a che fare con il maschilismo


Mica tanto!
È vero che i lavori "pesanti" si stanno rarefacendo, e quindi sempre più attività possono essere svolte sia da maschi che da femmine. A chiedere agli israeliani, anche una sana guerra non prevede più le donne solo come prede, ma anche come parte attiva...
In alcuni volI (fortunatamente brevi) ho viaggiato con tutta la ciurma maschile. Non è la stessa cosa!
La pazienza, l' empatia e la grazia di una donna ... VOLETE CHE MI BANNINO PER FEMMINISMO?

riguardo al lavoro: quello che mi piace (matematica) e quello che faccio (informatica) è "asessuato": bravi e non tanto maschi che femmine.
Se fossi nata donna? Be dipende dal risultato della nascita! Certo che se mi fossi accorta di poter fare girare molte teste...
la situazione avrebbe richiesto momenti di profonda meditazione!
OOOOOOOOHHHHHHHHHHHHHHMMMMMMM

Kiss
roby_rm

I'm not so bad! They just draw me that way!
Avatar utente
roby_rm
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 355
Iscritto il: venerdì 12 aprile 2019, 21:09
Località: roma - italia

Re: Il lavoro che vorreste se foste nate donna

Messaggioda Mari-dany » venerdì 8 novembre 2019, 17:18

Michela ha scritto:Resta il fatto che si tratta di eccezioni..... come è raro ( in realtà a me non è mai capitato)trovare una donna con martello pneumatico o piccone ai bordi delle strade o fare le boscaiole è altrettanto raro trovare uomini a fare le hostess sui voli di linea o impegnate con sorrisi ad intrattenere i visitatori alle varie fiere in giro per il bel paese.
Come dicevo si tratta di ovvie differenze ( e ben vengano ) che nulla hanno a che fare con il maschilismo

Forse è raro qui, ma non nel mondo. Tanto per citare un caso che ho ben presente, in Nepal vi sono parecchie portatrici nei trekking. Non ti dico i pesi che portano.
Nell'est Europa era normale ai tempi del comunismo, e forse lo è ancora, vedere donne fare proprio quei lavori pesanti che citi .
E sugli aerei ci sono parecchi hostess maschi, solo che si chiamano stewards.
Avatar utente
Mari-dany
Princess
Princess
 
Messaggi: 1291
Iscritto il: martedì 21 ottobre 2014, 21:20
Località: Torino

Re: Il lavoro che vorreste se foste nate donna

Messaggioda Roby » venerdì 8 novembre 2019, 17:21

Se fossi nata donna forse avrei avuto una crescita diversa, esperienze diverse, non posso sapere cosa avrei scelto.

Forse è più ragionevole e realiatico pensare che lavoro farei adesso se fossi donna, ma essendo comunque influenzata dal bagaglio di esperienze che mi porto dietro. Compresa la disforia di genere (chi ce l'ha) e/o la passione per il Crossdressing

In altre parole, applocato alla sottoscritta, se facessi una transizione, cosa vorrei fare nella vita?

La mia risposta è che farei esattamente lo stesso lavoro per cui ho studiato e che sto facendo ora. Sono Ing. e tale resterei, gestendo progetti in una grande azienda.

Se dovessi cambiare, mi piacerebbe fare la fotografa (moda, ritratti...) per l'aspetto creativo, oppure la skipper per il piacere di girare per il mare in barca a vela, o la maestra di vela per il rapporto con le persone.

Cose per le quali comunque ho un certo background (più nella vela un po' meno nella fotografia).

Ma sinceramente il genere c'entra poco in tutto questo: sono le cose che farei anche senza transizione, se solo avessi una situazione economica che mi consentisse di lasciare senza patemi il posto fisso con stipendio assicurato per lanciarmi in avventure più divertenti ma "rischiose" dal punto di vista delle entrate. Da vivere quasi come hobby che come lavoro che ti dà da mangiare.

Baci

Roberta

Inviato dal mio SM-A530F utilizzando Tapatalk
La Roby
Avatar utente
Roby
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 2556
Iscritto il: venerdì 10 ottobre 2014, 7:14
Località: Lombardia

Re: Il lavoro che vorreste se foste nate donna

Messaggioda angelaingrid » venerdì 8 novembre 2019, 18:34

Michela ha scritto:Resta il fatto che si tratta di eccezioni..... come è raro ( in realtà a me non è mai capitato) trovare una donna con martello pneumatico o piccone ai bordi delle strade o fare le boscaiole...

Scusate... ma avete mai degnato di uno sguardo la trasmissione condotta da Amadeus "I Soliti Ignoti", in cui bisogna indovinare le professioni di 8 persone? Qualcuno con la puzza sotto il naso la può considerare trash ma vi assicuro che non è così: in realtà è uno specchio della società.
Bene: di solito per ogni puntata ci sono sempre almeno un paio di situazioni fatte apposta per imbrogliare le carte... e sapeste quante belle e femminili ragazze (e signore) fanno le boscaiole, riparano strade, fanno il meccanico, installano condizionatori, sono idraulici, guidano il trattore, pilote di rally, lavorano in una impresa di costruzioni eccetera. E raccontano che hanno iniziato da giovani poi si sono appassionate e si divertono a fare quel che fanno. Conosco anche molte operatrici ecologiche...
Questo per smentire il luogo comune che vuole le donne interessate solo ai lavori cosiddetti femminili. Per dire, nella mia città la maggioranza degli ingegneri civili sono belle fanciulle ed eleganti signore.

In quanto a me, bisogna vedere se nascevo io-proprio-io con le mie sinapsi, i miei neuroni e il mio carattere. In tal caso avrei avuto gli stessi gusti, gli stessi interessi ed avrei fatto esattamente lo stesso mio percorso culturale e lavorativo. Uguale per filo e per segno.

In caso contrario, avrei fatto dei lavori con un minor tasso di creatività: che so, top model, esponente politico, oppure ministro.
Ultima modifica di angelaingrid il venerdì 8 novembre 2019, 18:37, modificato 3 volte in totale.
Avatar utente
angelaingrid
Princess
Princess
 
Messaggi: 3328
Iscritto il: lunedì 27 ottobre 2014, 15:29
Località: Livorno

Re: Il lavoro che vorreste se foste nate donna

Messaggioda Celeste » venerdì 8 novembre 2019, 18:35

Non vorrei sembrare snob... ma io farei volentieri la contessa : Chessygrin : : Chessygrin : : Chessygrin :
poi nel tempo libero mi dedicherei alla pittura e ad attività filantropiche.
Oppure come seconda scelta mi piacerebbe gestire un negozio di abbigliamento, dedicato a donne (bio e non) e CD.
Gli automi non si fanno domande
Non confondiamo le seghe mentali ossessive con le domande sensate da porsi
Assecondare l'illusione è cosa diversa dalla consapevolezza
Accettare di vedere TUTTA la realtà è consapevolezza
Avatar utente
Celeste
Lady
Lady
 
Messaggi: 692
Iscritto il: venerdì 18 maggio 2018, 23:25
Località: Triveneto

Re: Il lavoro che vorreste se foste nate donna

Messaggioda MARINA65 » venerdì 8 novembre 2019, 18:49

Ma fare la Escort ? : Chessygrin : : Chessygrin :
Attenzione sono un soggetto totalmente pazzo , da leggere con Ironia ! Astenersi persone Serie ! Per ulteriori informazioni consultare il Blog !
http://vitatrav.blogspot.it/
Avatar utente
MARINA65
Moderatrice
Moderatrice
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1362
Iscritto il: domenica 15 marzo 2015, 16:24
Località: Roma Nord

Re: Il lavoro che vorreste se foste nate donna

Messaggioda Mari-dany » venerdì 8 novembre 2019, 19:04

Comunque io farei esattamente lo stesso lavoro che ho svolto per tanti anni, anche perchè quando sono andata in pensione ho passato il mio incarico alla mia collega ingegnere che lo ha svolto e lo svolge anche adesso molto egregiamente.
Incarico nella sicurezza una volta esclusivo regno maschile, ma che adesso è almeno per una buona metà svolto dalle donne (e anche meglio...)
Avatar utente
Mari-dany
Princess
Princess
 
Messaggi: 1291
Iscritto il: martedì 21 ottobre 2014, 21:20
Località: Torino

Re: Il lavoro che vorreste se foste nate donna

Messaggioda LellaB » venerdì 8 novembre 2019, 19:18

MARINA65 ha scritto:Ma fare la Escort ? : Chessygrin : : Chessygrin :

La Ford??? : Lol : : Lol : : Lol :

Scusa, non ho resistito... : Chessygrin :
Antonella : Nar :

The high is the heel, the closest is the Paradise...
Avatar utente
LellaB
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 466
Iscritto il: sabato 3 febbraio 2018, 17:05
Località: Provincia Torino

Re: Il lavoro che vorreste se foste nate donna

Messaggioda LellaB » venerdì 8 novembre 2019, 19:25

Siccome non sempre volere è potere, credo che se fossi nata donna probabilmente avrei subito qualche pesante indirizzamento e sarei finita a fare la ragioniera o la segretaria, entrambi lavori che non mi piacciono. Lo dico perché la laurea in ingegneria, così come tutta la successiva carriera, me le sono dovute guadagnare combattendo tentativi di condizionamento che volevano evitare che il figlio di un operaio facesse un salto di classe... : Andry :
Comunque, se fossi donna con gli stessi neuroni, farei lo stesso lavoro che ho fatto da uomo.
Ultima modifica di LellaB il venerdì 8 novembre 2019, 19:47, modificato 1 volta in totale.
Antonella : Nar :

The high is the heel, the closest is the Paradise...
Avatar utente
LellaB
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 466
Iscritto il: sabato 3 febbraio 2018, 17:05
Località: Provincia Torino

PrecedenteProssimo


Torna a Generale




Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010