È giusto nascondere alla consorte la nostra anima femminile

Re: È giusto nascondere alla consorte la nostra anima femmin

Messaggioda cuoredimenta » sabato 21 dicembre 2019, 16:51

Non sono sposata, ma ho sempre considerato il matrimonio, forse in maniera fin troppo romantica, come l'unione di due intenti che decidono di mettersi l'uno al servizio dell'altra. Un accettarsi reciproco, nonostante le piccole incompatibilità che possono sempre esserci, senza problemi e senza segreti. Ma comprendo perfettamente anche il punto di vista appartenente alla corrente di pensiero opposta alla mia. Magari cambierò idea, se dovessi mai sposarmi per davvero... Anche se, credo che le probabilità che il mio matrimonio si realizzi sono minori di quelle del fatto che i dinosauri tornano a popolare la Terra... :)
Giada
Avatar utente
cuoredimenta
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 127
Iscritto il: sabato 7 dicembre 2019, 19:06
Località: Puglia

Re: È giusto nascondere alla consorte la nostra anima femmin

Messaggioda Marcela » sabato 21 dicembre 2019, 17:44

LellaB ha scritto:Mi scuso con tutte per voler tornare sull'argomento che è "nascondere alla consorte la nostra parte femminile". Ho apprezzato i vostri commenti che parlano di esperienze positive e negative del fare coming out con la compagna, cosa che io probabilmente non farò mai. Leggo da due anni le vostre storie, spesso di sofferenza interiore nel non poter essere ciò che si desidera nel profondo e mi pongo domande su di me, su cosa sono e cosa è per me fare CD... ebbene vorrei chiarire che, come ho scritto molte volte, io non ho un'anima femminile, sono un maschio a cui piacciono le sensazioni che dà vestirsi femminile, soprattutto lingerie, e camminare sui tacchi a spillo. Esattamente come mi piace ogni tanto fumare mezzo toscano pur non essendo un fumatore e lo faccio ogni tanto il che vuol dire che tra una volta e l'altra possono passare settimane o anche solo un giorno, dipende dalle circostanze. Non vi piace chiamarlo hobby? Sono d'accordo, un hobby vuole dedizione che io non ho, non sto male se non mi metto sempre addosso qualcosa di femminile. Aggiungo che sono sposato da 38 anni e che Antonella è nata due anni fa in un periodo molto particolare della mia vita, non è per me questione di vita o di morte e non ritengo giusto gettare alle ortiche la mia bellissima vita matrimoniale per questa cosa così tardiva. Non mi sento un traditore per questo, non tutte le cose che facciamo io e mia moglie le facciamo insieme e ce le raccontiamo. A causa del mio lavoro abbiamo passato anche lunghi periodi di lontananza in cui solo la fiducia e la fedeltà reciproche, oltre al dialogo, ci hanno aiutato a superare le difficoltà. Non mi permetto di dare torto o ragione a nessuna, ma vorrei ricordarvi che siamo tante, con mille esperienze diverse, con mille motivazioni diverse, mille anime diverse, non dimentichiamocelo mai. Questo forum serve per condividerle, per aiutare e consigliare quelle che ne hanno bisogno per raggiungere la pace con se stesse e quelle come me che all'inizio avevano una grande confusione in testa, poi, leggendo e pensando, pian piano sono riuscite a districare il groviglio di emozioni e far luce nella propria testolina per trovare le proprie motivazioni e la propria serenità. Celeste, non nego la profondità con cui tu vivi i tuoi momenti CD, semplicemente non è la stessa con cui li vivo io. Io non provo la smania di uscire enfemme, mi basta avere ogni tanto il mio momento solitario tra le quattro mura domestiche e provare quelle sensazioni meravigliose che conoscete benissimo. Potrei rinunciarvi, ma, scusatemi, non ho ancora trovato un motivo valido per farlo. E di segnali a mia moglie ne lancio ogni giorno, come il fatto di essermi depilata completamente, gioielli compresi, cosa che a lei piace moltissimo, ma restando l'uomo che ha sposato. Spero di essere stata chiara a sufficienza e di non aver provocato od offeso nessuna, non è così facile scrivere senza essere fraintese, bisognerebbe scrivere la propria biografia e forse non basterebbe, sarebbe meglio poterne parlare, ma tant'è.
Con tantissimo affetto e ammirazione verso ognuna di voi...


Ecco, per esempio a me questo sembra un ragionamento che fila benissimo.
Sul fatto di fare una confessione prima di fare seriamente le cose, beh, su questo invece avrei qualcosa da aggiungere.
E' chiaro che due persone che hanno attrazione l'una per l'altra si debbano un po' mettere a nudo prima di spingere una relazione ad un livello superiore, altrimenti su che basi si capisce se c'è affinità?
Se mia moglie avesse avuto dei problemi di dipendenza, per esempio, vorrei saperlo. Stessa cosa se avesse avuto periodi di libertinaggio totale. Mi sembra che richiedere onestà da un/una partner sia per così dire un atto dovuto.
Ma se è vero che la trasparenza è base imprescindibile per una relazione solida, tanto lo è anche la tolleranza che sarebbe anch'essa un atto dovuto.
Non penso si possa reputare "ingiusto" o "disonesto" un uomo che mette il proprio matrimonio davanti al crossdressing. Se preferisce viverlo in clandestinità per non turbare gli equilibri possiamo forse chiamarlo un cialtrone? Io penso di no.
Per raccogliere la provocazione, se scoprissi che mia moglie di nascosto si mette i baffi finti e si appiattisce il seno a me NON cambierebbe nulla; per quanto ipocrita possa sembrare non ne sarei contento e non penso che troverei la cosa intrigante. Ma glielo proibirei? Le metterei degli aut-aut? La lascerei per questo? Cambierebbe la nostra realzione. La risposta è NO. Mi arrabbierei di più se scoprissi che fuma di nascosto.
Avatar utente
Marcela
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 125
Iscritto il: giovedì 27 ottobre 2016, 20:09
Località: Torino

Re: È giusto nascondere alla consorte la nostra anima femmin

Messaggioda Valeria » sabato 21 dicembre 2019, 18:36

se mia moglie si mettesse i baffi, mi metterei a ridere.Può e nessuno si sogna di dire ecco questa non è una donna o di discuterne la moralità o la sessualità o femminilità... a meno che poi non si faccia pure crescere i peli sulle tette sia chiaro :-) Ma le donne sono fortunate in questo, se si mettono i pantaloni non le noti, se si mettono la mini, dai loro della mignotta ecc ... (sto usando dell'ironia) il discorso va tra buon e cattivo gusto ... se vedo un cesso in minogonna con il lardo che le fuoriesce dai glutei ... dico ... si c'è un problema psicologico ... se invece vedo una carina che lo fa, le do solo della mignotta con molto garbo :-)
Se invece un uomo si mette il rossetto beh, non è che non possa, ma dicono ... che bislacco.. ah ma quello non è maschio ... ahhhhhhhh ecco il frocio ... ahhh ecco non è uomo .... ecc ecc ecc.. non gli darei da difendermi in giudizio ad uno così .. non gli affiderei da vendermi casa ... non mi farei curare da un medico così ... non gli affiderei l'educazione dei mie figli ... ecc ecc .. dai li sappiamo i luoghi comuni, (alcuni pure veri per una scarsezza di molta gente che non ha certo un alto quoziente intellettivo e nemmeno rispetto per se stesso tanto da far perdere anche agli altri il rispetto di cui dovrebbero godere).

Quindi se avete una moglie che mette barba e baffi .. l'unica cosa che potete fare è dirle ... ufff mi graffi tutto con quella barbaccia :-) e ci guadagnerete che potrete fregarle collant rossetto ... ormai avendo lei fatto dichiarazione del suo essere ANORMALE (è sempre ironico il mio tono) ... voi sarete NORMALE e col cazzo che vi potrà dire ... certo che sei strano te ... :-)
Valeria
Avatar utente
Valeria
Lady
Lady
 
Messaggi: 859
Iscritto il: lunedì 8 febbraio 2016, 19:38
Località: Piacenza

Re: È giusto nascondere alla consorte la nostra anima femmin

Messaggioda Coffee » domenica 22 dicembre 2019, 14:22

Valeria ha scritto:se mia moglie si mettesse i baffi, mi metterei a ridere.


Buongiorno,
se tua moglie si mettesse i baffi, ti metteresti a ridere senza calcolare lo sforzo di cercare nel marito una mente aperta con il quale esternare tutto il suo esame introspettivo?
Quindi per coerenza di pensiero se tua moglie ti vedesse con il rossetto o con un qualsiasi accessorio femminile e si mettesse a ridere, accetteresti di buon grado la cosa.
Giusto?
Avatar utente
Coffee
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 254
Iscritto il: martedì 4 dicembre 2018, 15:05
Località: Emilia

Re: È giusto nascondere alla consorte la nostra anima femmin

Messaggioda Sonja-40 » domenica 22 dicembre 2019, 16:44

Interessante discussione, desidero al proposito riportare la mia esperienza. Quando conobbi la mia attuale moglie, ero in un periodo in cui pensavo di avere perso interesse per il crossdressing dopo la fase di scoperta da bambino e in età adolescenziale. M interessavano le donne e la sfera sessuale, come nella natura delle cose, con solo un pochino di attenzione quasi fetistica verso collant e scarpe. Di conseguenza non le dissi di aver attarversato questa fase, pensando di averla superata del tutto, non sapendo allora ancora delle esperienze delle sorelline di internet, che testimoniavano tutte che il corssdressing può andare in letargo ma mai morire... e difatti dopo alcuni anni di vita matrimoniale, complice anche la nascita di una figlia e di un conseguente raffreddamento del sesso, il mio lato femminile tornò prepotentemente alla ribalta. Capii allora che non era giusto nascondere e un giorno le confidai tutto. Ci è rimasta male per il fatto che non glielo dissi da subito, poi mi concesse l'attenuante di cui vi ho detto sopra e il nostro rapporto continua più saldo di prima, anche perché si è resa conto che questo mio lato femminile fa sì che io comprenda molto di lei e del suo essere donna. Lei sa quindi di Sonja, ma non desidera compartecipare, per cui mi organizzo in modo da indossare i panni di Sonja in modo completamente indipendente, senza che lei lo sappia. Gli spazi e i tempi sono quindi molto limitati, considerando anche che mia figlia ormai ha sei anni. Ritornassi indietro con il senno del poi, le avrei sicuramente detto del mio "alter ego". In ogni caso, fermo restando che sono sempre giusti nei rapporti di coppia la verità e il rispetto reciproco, sono dell'opinione che ogni coppia faccia storia a sé, molto dipende anche dalle ampiezze mentali ed aperture di vedute dei partner oltre che dalla capacità di confronto e dialogo.
In transizione da bruco a farfalla... stadio di farfalla raggiunto!

Sono convinta che in ogni essere umano siano presenti un lato maschile e uno femminile. In accordo con la propria identità di genere sta a noi poi cercare un equilibrio tra i modi di essere. Polarizzare e reprimere un lato a vantaggio dell'altro non è corretto per noi, per la nostra salute e per chi ci sta vicino.
Avatar utente
Sonja-40
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 365
Iscritto il: martedì 30 settembre 2014, 15:30
Località: Caserta

Re: È giusto nascondere alla consorte la nostra anima femmin

Messaggioda Valeria » lunedì 23 dicembre 2019, 2:18

Coffee ha scritto:
Valeria ha scritto:se mia moglie si mettesse i baffi, mi metterei a ridere.


Buongiorno,
se tua moglie si mettesse i baffi, ti metteresti a ridere senza calcolare lo sforzo di cercare nel marito una mente aperta con il quale esternare tutto il suo esame introspettivo?
Quindi per coerenza di pensiero se tua moglie ti vedesse con il rossetto o con un qualsiasi accessorio femminile e si mettesse a ridere, accetteresti di buon grado la cosa.
Giusto?

Se l'avessi e lo facessi e lei lo facesse beh ... tanti se, troppi, ma stando all'ipotesi che farei se lei ridesse ... la bacerei :-) e dopo le direi ... ti ho sporcata di rossetto ... ridendo :-)
Valeria
Avatar utente
Valeria
Lady
Lady
 
Messaggi: 859
Iscritto il: lunedì 8 febbraio 2016, 19:38
Località: Piacenza

Re: È giusto nascondere alla consorte la nostra anima femmin

Messaggioda MartyCd » giovedì 26 dicembre 2019, 18:02

Ciao ragazze

scrivo poco ma continuo a leggervi. Permettetevi di dire che questa è una bellissima discussione su un tema estremamente delicato.
Non sono fidanzata non ho mai avuto una storia importante con una ragazza e quindi non posso rispondere a questo quesito.
Non esiste una risposta vera che vale per tutte. In linea di principio sono d'accordo con Veronica, n cui a pelle, senza mai aver avuto la fortuna di conoscere, mi ci ritrovo. Penso che Martina e Veronica siano due persone molto simili. Entrambe credenti, correggimi Veronica, se in questi anni qualcosa è cambiato, entrambe eterosessuali, entrambe crossdresser. Ma non è nel nostro crossdresser che si esaurisce la nostra femminilità. Non si tratta di un hobby o di una passione ma della nostra essenza.
Sin da bambina ho avuto una visione della vita e dei suoi aspetti molto più consoni a quella di una ragazza. L'aiutare l'altro, considerare la propria famiglia come cosa fondamentale, e molte altre cose, tra cui quella sperimentata ancora in questi giorni, trovare idee, soluzioni per il Natale, capire il regalo giusto, andare in giro per negozi e comprare un pensiero a chi vogliamo bene.
Detto questo è giusto dire tutto alla propria donna perchè andiamo a stare con lei non siamo più da soli e il rapporto deve essere trasparente con nessun segreto.

Un bacio
Martina
androgino - sono una delle fondatrici del sito - i love shopping
Avatar utente
MartyCd
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 347
Iscritto il: mercoledì 11 febbraio 2015, 11:29
Località: Roma

Re: È giusto nascondere alla consorte la nostra anima femmin

Messaggioda Celeste » giovedì 26 dicembre 2019, 18:40

MartyCd ha scritto:Sin da bambina ho avuto una visione della vita e dei suoi aspetti molto più consoni a quella di una ragazza. L'aiutare l'altro, considerare la propria famiglia come cosa fondamentale, e molte altre cose, tra cui quella sperimentata ancora in questi giorni, trovare idee, soluzioni per il Natale, capire il regalo giusto, andare in giro per negozi e comprare un pensiero a chi vogliamo bene.

Non ho capito... quindi secondo te per un uomo sarebbe consono essere egoista? Tipo privilegiare le uscite con gli amici/amiche allo stare con la propria famiglia? Per me ci sono una marea di uomini che dimostrano autentico amore per la propria famiglia e/o che sono altruisti in generale non di certo meno delle donne, e le donne non sono sante esattamente come non lo sono gli uomini.
Celeste
 

Re: È giusto nascondere alla consorte la nostra anima femmin

Messaggioda Alice80 » venerdì 27 dicembre 2019, 2:40

MartyCd ha scritto:Ciao ragazze

scrivo poco ma continuo a leggervi. Permettetevi di dire che questa è una bellissima discussione su un tema estremamente delicato.
Non sono fidanzata non ho mai avuto una storia importante con una ragazza e quindi non posso rispondere a questo quesito.
Non esiste una risposta vera che vale per tutte. In linea di principio sono d'accordo con Veronica, n cui a pelle, senza mai aver avuto la fortuna di conoscere, mi ci ritrovo. Penso che Martina e Veronica siano due persone molto simili. Entrambe credenti, correggimi Veronica, se in questi anni qualcosa è cambiato, entrambe eterosessuali, entrambe crossdresser. Ma non è nel nostro crossdresser che si esaurisce la nostra femminilità. Non si tratta di un hobby o di una passione ma della nostra essenza.
Sin da bambina ho avuto una visione della vita e dei suoi aspetti molto più consoni a quella di una ragazza. L'aiutare l'altro, considerare la propria famiglia come cosa fondamentale, e molte altre cose, tra cui quella sperimentata ancora in questi giorni, trovare idee, soluzioni per il Natale, capire il regalo giusto, andare in giro per negozi e comprare un pensiero a chi vogliamo bene.
Detto questo è giusto dire tutto alla propria donna perchè andiamo a stare con lei non siamo più da soli e il rapporto deve essere trasparente con nessun segreto.

Un bacio
Martina

Lo rispiego con parole diverse:
Rivelare il CD a mia moglie sarebbe potenzialmente devastante per me e per lei. Visto che personalmente ho classificato la cosa alla pari di un hobby (per ora io lo considero così ...) credo che la scelta giusta sia di non dire nulla.
Se un giorno mi renderò conto che il CD è diventato troppo importante per me tanto da metterlo alla pari del rapporto con lei allora glielo dovrò dire.
È chiaro che ognuno poi farà la sua autovalutazione.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
It’s a long way to the top if you wanna rock’n’roll
Avatar utente
Alice80
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 379
Iscritto il: domenica 17 novembre 2019, 21:59
Località: Roma

Re: È giusto nascondere alla consorte la nostra anima femmin

Messaggioda angelaingrid » martedì 7 gennaio 2020, 18:11

Alice80 ha scritto:Rivelare il CD a mia moglie sarebbe potenzialmente devastante per me e per lei. Visto che personalmente ho classificato la cosa alla pari di un hobby (per ora io lo considero così ...) credo che la scelta giusta sia di non dire nulla.


Appunto: la cosa mi trova assolutamente concorde. Non solo, ma ho almeno altri 4 o 5 hobby assai più importanti e più presenti nella mia vita...

Alice80 ha scritto:Se un giorno mi renderò conto che il CD è diventato troppo importante per me tanto da metterlo alla pari del rapporto con lei allora glielo dovrò dire.
È chiaro che ognuno poi farà la sua autovalutazione.


E anche qui non posso far altro che quotare in pieno.
Aggiungo solo che, nel mio caso personale, nel corso di parecchi decenni non è MAI successo che il CD abbia rivestito un grado di importanza pari ai miei rapporti con l'altro sesso. Ma nemmeno la metà, altro che pari.
Angela Ingrid non è così. È che la disegnano così.
Avatar utente
angelaingrid
Princess
Princess
 
Messaggi: 3720
Iscritto il: lunedì 27 ottobre 2014, 15:29
Località: Livorno

PrecedenteProssimo


Torna a Generale




Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010