Appunti di viaggio

Re: Appunti di viaggio

Messaggioda Kleoo » sabato 11 aprile 2020, 10:47

Io non ho mai pensato di trovarmi in situazioni come quella di prendere un aereo o passare controlli in trucco e parrucco , dirò di più è raro che mi capiti di prendere la borsetta e mettermi a girovagare senza un valido motivo o non accompagnata da qlc amico/a , anche perché diciamolo i vestiti fem non sono poi così pratici e comodi senza parlare dei tacchi e inoltre le mie sembianze sono palesemente maschili e se la notte al chiaroscuro e con ore di make-up posso passare x il rotto della cuffia di giorno faccio effetto freak x cui evito di forzare la mano.
Inoltre credo che il principale dubbio di una qualsiasi trasferta in patria come all'estero sia il non conoscere esattamente dove si vada a parare e non essere mai sicure di come muoversi e dell'atteggiamento delle persone e delle F.O. locali .
A Milano so dv posso andare e dove è meglio evitare e capisco al volo come le circostanze possano cambiare .... Se sono in una città che non conosco sarei un pochino innervosita a camminare specialmente la notte in strade dove magari basta prendere una traversa e ti ritrovi in una banlieue e nei casini....
Vi ammiro .
Ultima modifica di Kleoo il sabato 11 aprile 2020, 11:09, modificato 1 volta in totale.
Vivere al ritmo del rock n' roll

LA PIÙ GRANDE PRIGIONE DEL MONDO È LA PAURA DEL GIUDIZIO DEGLI ALTRI .
Avatar utente
Kleoo
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 193
Iscritto il: giovedì 12 dicembre 2019, 16:58
Località: Milano

Re: Appunti di viaggio

Messaggioda dream62 » sabato 11 aprile 2020, 10:57

Kleoo ha scritto:Io non ho mai pensato di trovarmi in situazioni come quella di prendere un aereo o passare controlli in trucco e parrucco , dirò di più nemmeno mi passa x la mente di prendere la borsetta e mettermi a girovagare senza un valido motivo o non accompagnata da qlc amico/a , anche perché diciamolo i vestiti fem non sono poi così pratici e comodi senza parlare dei tacchi e inoltre le mie sembianze sono palesemente maschili il che se la notte al chiaroscuro e con ore di make-up posso passare x il rotto della cuffia di giorno faccio effetto freak x cui evito di forzare la mano.
Inoltre credo che il principale dubbio di una qualsiasi trasferta in patria come all'estero sia il non conoscere esattamente dove si vada a parare e non essere mai sicure di come muoversi e dell'atteggiamento delle persone e delle F.O. locali .
A Milano so dv posso andare e dove è meglio evitare e capisco al volo come le circostanze possano cambiare .... Se sono in una città che non conosco sarei un pochino innervosita a camminare specialmente la notte in strade dove magari basta prendere una traversa e ti ritrovi in una banlieue e nei casini....
Vi ammiro .

Faccio mia ogni parola che hai scritto, personalmente condivido in pieno.
Avatar utente
dream62
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 3381
Iscritto il: mercoledì 22 ottobre 2014, 20:19
Località: Emilia

Re: Appunti di viaggio

Messaggioda Frida » sabato 11 aprile 2020, 13:00

Roby ha scritto:Quindi eccomi alla domanda: puoi dire qualcosa riguardo alla sicurezza negli spostamenti, soprattutto se si deve camminare per qualche tratto.
Ci sono problemi a passare in quelle vie piene di pub e presumo di clienti alticci dopo una certa ora?


Ottima domanda, visto che l'ambizione di questo argomento è fare turismo en-femme suggerendo come muoversi in sicurezza partendo dal presupposto che non si tratta né di partecipare a una gara di coraggio né a un beauty contest.

Dove andare dopo una certa ora?
Durante il mio breve soggiorno a Londra sono stata al Her Upstairs london club che ha chiuso definitivamente per "problemi legali" dopo aver guadagnato una terribile reputazione. Uno dei club disco più famosi in tutto il mondo per i suoi spettacoli.
Ci sono andata in compagnia, ho preso un uber che in 20 min mi ha portata fino a Camdem. Lì abbiamo prima cercato un posto dove andare a mangiare e poi abbiamo camminato 10 minuti fino al club. Non ho percepito pericoli, anche perchè l'unione fa la forza, due bio e due cd: the power of love : Chessygrin :
Ovviamante "gli alticci" erano tutti dentro, abbiamo rischiato la rissa, tutto nella norma, ci siamo divertite, e poi abbiamo preso un uber per tornare a dormire.

Francamente non raccomando lunghi spostamenti a piedi; ripeto che non c'è niente di eccitante a stare da sole di notte per le strade.

Qualche ora prima?
Camdem è un quartiere molto carino da visitare di giorno, pieno di mercatini e localini deliziosi raggiungibile dal regent canal. Consiglio di farci una passeggiata solo con scarpe comode e senza tacco.
Frida
 

Re: Appunti di viaggio

Messaggioda Michela » sabato 11 aprile 2020, 13:20

E’ bello leggere di esperienze di viaggi come alcune di voi hanno testimoniato , di riuscire a destreggiarsi in aeroporti internazionali senza troppa paura o eccessivo imbarazzo.
Lo scoglio più importante credo che sia la padronanza assoluta nella lingua del paese di cui si intende varcare i confini o se non altro il riuscire a parlare un ottimo inglese per cercare di rispondere a dovete alle domande poste rispetto al proprio bagaglio.
Altra difficoltà è legata all’ansia di girare en femme in paesi sconosciuti dove non si conoscono i pericoli reali come a casa propria magari rischiando di ritrovarsi proprio malgrado in posti equivoci se non addirittura pericolosi.
Ciao buona Pasqua a tutte.
Connesso
Avatar utente
Michela
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 341
Iscritto il: lunedì 15 ottobre 2018, 21:02
Località: Rimini

Re: Appunti di viaggio

Messaggioda Frida » sabato 11 aprile 2020, 13:27

dream62 ha scritto:
Kleoo ha scritto:Io non ho mai pensato di trovarmi in situazioni come quella di prendere un aereo o passare controlli in trucco e parrucco , dirò di più nemmeno mi passa x la mente di prendere la borsetta e mettermi a girovagare senza un valido motivo o non accompagnata da qlc amico/a , anche perché diciamolo i vestiti fem non sono poi così pratici e comodi senza parlare dei tacchi e inoltre le mie sembianze sono palesemente maschili il che se la notte al chiaroscuro e con ore di make-up posso passare x il rotto della cuffia di giorno faccio effetto freak x cui evito di forzare la mano.
Inoltre credo che il principale dubbio di una qualsiasi trasferta in patria come all'estero sia il non conoscere esattamente dove si vada a parare e non essere mai sicure di come muoversi e dell'atteggiamento delle persone e delle F.O. locali .
A Milano so dv posso andare e dove è meglio evitare e capisco al volo come le circostanze possano cambiare .... Se sono in una città che non conosco sarei un pochino innervosita a camminare specialmente la notte in strade dove magari basta prendere una traversa e ti ritrovi in una banlieue e nei casini....
Vi ammiro .

Faccio mia ogni parola che hai scritto, personalmente condivido in pieno.


Sono d'accordo, tuttavia l'approccio aperto verso gli altri può aiutare a fare esperienze positive.

Ad esempio, quante probabilità ci sono d'incontrare due cd sedute al tavolino di un bar in piazza sant'alessandro nel cuore del carrobbio a Milano alle 5 del pomeriggio di un giorno di primavera senza che agli astanti sia venuto il torcicollo?
Frida
 

Re: Appunti di viaggio

Messaggioda Kleoo » sabato 11 aprile 2020, 14:07

Frida parli di 2 cd e io esco volentieri in compagnia ...al contrario da sola non ne sento la necessità non so forse perché ho molte occasioni x stare in tacchi a casa o fuori con amici che altre magari non hanno.
Vivere al ritmo del rock n' roll

LA PIÙ GRANDE PRIGIONE DEL MONDO È LA PAURA DEL GIUDIZIO DEGLI ALTRI .
Avatar utente
Kleoo
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 193
Iscritto il: giovedì 12 dicembre 2019, 16:58
Località: Milano

Re: Appunti di viaggio

Messaggioda Lau » sabato 11 aprile 2020, 14:21

Frida ha scritto:
Roby ha scritto:Quindi eccomi alla domanda: puoi dire qualcosa riguardo alla sicurezza negli spostamenti, soprattutto se si deve camminare per qualche tratto.
Ci sono problemi a passare in quelle vie piene di pub e presumo di clienti alticci dopo una certa ora?


Ottima domanda, visto che l'ambizione di questo argomento è fare turismo en-femme suggerendo come muoversi in sicurezza partendo dal presupposto che non si tratta né di partecipare a una gara di coraggio né a un beauty contest.

Dove andare dopo una certa ora?
Durante il mio breve soggiorno a Londra sono stata al Her Upstairs london club che ha chiuso definitivamente per "problemi legali" dopo aver guadagnato una terribile reputazione. Uno dei club disco più famosi in tutto il mondo per i suoi spettacoli.
Ci sono andata in compagnia, ho preso un uber che in 20 min mi ha portata fino a Camdem. Lì abbiamo prima cercato un posto dove andare a mangiare e poi abbiamo camminato 10 minuti fino al club. Non ho percepito pericoli, anche perchè l'unione fa la forza, due bio e due cd: the power of love : Chessygrin :
Ovviamante "gli alticci" erano tutti dentro, abbiamo rischiato la rissa, tutto nella norma, ci siamo divertite, e poi abbiamo preso un uber per tornare a dormire.

Francamente non raccomando lunghi spostamenti a piedi; ripeto che non c'è niente di eccitante a stare da sole di notte per le strade.

Qualche ora prima?
Camdem è un quartiere molto carino da visitare di giorno, pieno di mercatini e localini deliziosi raggiungibile dal regent canal. Consiglio di farci una passeggiata solo con scarpe comode e senza tacco.



bella Londra...
ci sono andata qualche mese fa prima del casino del Virus...ero in compagnia e penso che semmai un giorno dovessimo organizzare una trasferta viaggio, insomma un weekend insieme , con qualcuna qui , io verrei...
mi piace come città e la "sento" meno bigotta di molte città che ho visitato en-femme,.è non è nemmeno un fatto di farsi riconoscere...è proprio la visione diversa e la tipologia di persone che la vivono soprattutto in quei quartieri.

Per quanto riguarda altre esperienze "outside" , non ne ho...al massimo viaggio con un velo di trucco sugli occhi e noto che , specialmente le donne ai controlli , notano questa "nota femminile.

negli stati uniti ci vado spessissimo , però dirigendomi prettamente verso destinazioni non turistiche ed avendo avuto un paio di brutte esperienze alla dogana ad Atlanta solo perchè nella foto del passaporto non c'era un tatuaggio visibile che ora c'e' , evito abbondantemente.

sono situazioni spiacevoli , ma sinceramente essere "salvata " per aver una maglia NBA di una squadra del cuore del doganiere che richiude tutto e ti lascia andare per pietà dopo 2 ore di spalle al muro, non mi va più...

quando vado "là" sto buona e pazienza....sono così da sempre e la mia forza è stata anche spesso accontentarsi più di sapere di esserlo che necessariamente doverlo mostrare.

ad ogni modo semmai dovesse capitare un mega trasfertone in UK se si riuscisse ad organizzarlo a casini finiti, io verrei : Thumbup :
Lau
 

Re: Appunti di viaggio

Messaggioda Kleoo » sabato 11 aprile 2020, 14:51

X Londra io ci sono ! :)
Vivere al ritmo del rock n' roll

LA PIÙ GRANDE PRIGIONE DEL MONDO È LA PAURA DEL GIUDIZIO DEGLI ALTRI .
Avatar utente
Kleoo
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 193
Iscritto il: giovedì 12 dicembre 2019, 16:58
Località: Milano

Re: Appunti di viaggio

Messaggioda Frida » sabato 11 aprile 2020, 16:51

Barcelona
La capitale della Catalunya è tra le mete turistiche più accoglienti del Mediterraneo. Con un vocabolario di appena 250 parole, aggiungendo qualche S qua e la, direi che tra latini, anche a gesti ci si capisce sempre. Se volete viaggiare leggeri senza pensieri magari perchè avete un bagaglio ingombrante o temete di dare spiegazioni ai controlli, potete usare Zippy, un servizio di spedizione bagagli, che mi è servito quando sono partita per la Spagna. Basta preparare il bagaglio presso la vostra abitazione e il servizio penserà a recapitarlo dove vorrete. Nel mio caso la destinazione è stata il Leonardo boutique Hotel *** nei pressi della Sagrada Familia. Al ceck-in ho trovato pronto il mio bagaglio.
A dire la verità non ho fatto molto, poichè aveva organizzato già tutto Sabrina. È stata la mia prima volta al dressing service Draf studio, professionale ed economico. Il vantaggio dei dressing service è, a mio avviso, non solo che ti risolve il trucco ma che ti fa conoscere altre simpatiche persone, per cui non vai da sola in giro e ti fanno conoscere subito i posti giusti. Nessun rischio!
il programma ha previsto trucco, parrucco e foto prima di andare insieme a pranzo dal primo kebabaro sotto porta. La sera invece siamo andate insieme ad altre amiche conosciute per l'occasione a cena in un localino molto accogliente, che si è mangiato benissimo, di cui non ricordo il nome; allego una diapositiva. Concludendo, tra pre disco in un locale stretto e lungo e disco credo al Moeem, (Sabrina aiutami con la memoria, ricordo che un tipo mi ha raccontata tutta la sua vita), ci siamo seriamente divertite. Siamo tornate con un tassista che si è pure perso : Chessygrin : La mattina seguente io e Sabrino abbiamo smezzato il taxi per l'aereoporto.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Frida
 

Re: Appunti di viaggio

Messaggioda sylvix » sabato 11 aprile 2020, 17:52

ho gli uffici a londra a canary wharf e fulham.
premesso che potendo spendere il necessario si sta alla grande e in sicurezza anche a rio o buenos aires o addirittura a città del capo, passato l'effetto-zoom della novità, londra, complice anche il clima di merda, dopo un po' annoia e allora esce allo scoperto la stupidità idiosincratica dei britannici che non sono così aperti come si vorrebbe far credere, soprattutto nelle città più piccole ma anche no.
per i casini enfemme?
a meno di non andare alle 2 di notte nell'east end (ma in quel caso serve uno psichiatra), i guai sono esponenziali al modo di agire e quindi di presentarsi al prossimo; l'ostilità interiore è sempre percepita, amplificata e riflessa dalla controparte.
jeg taler ikke dansk!
Avatar utente
sylvix
Princess
Princess
 
Messaggi: 1823
Iscritto il: martedì 21 ottobre 2014, 3:09
Località: worthing

PrecedenteProssimo


Torna a Dove andiamo?




Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010