C'è una maggiore fluidità nelle donne? E, se si, perchè?

C'è una maggiore fluidità nelle donne? E, se si, perchè?

Messaggioda Nathan » domenica 3 marzo 2019, 20:17

Molte donne, o persone di biologia femminile, si definiscono pansessuali, sapiosessuali, demisessuali, oppure preferiscono persone più grandi, oppure non badano all'aspetto fisico.
Tutto questo parte da un condizionamento sociale di natura sessista

https://progettogenderqueer.wordpress.c ... -sessista/
http://www.progettogenderqueer.wordpress.com
Avatar utente
Nathan
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 393
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 23:52

Re: C'è una maggiore fluidità nelle donne? E, se si, perchè?

Messaggioda Eva » domenica 3 marzo 2019, 21:52

Secondo me il 99,999999% delle donne (ma posso sbagliare per difetto) non si definisce in nessun modo. Si limite ad essere donna.
E basta.
Immagine
Avatar utente
Eva
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 2185
Iscritto il: venerdì 26 febbraio 2016, 4:42
Località: Voghera

Re: C'è una maggiore fluidità nelle donne? E, se si, perchè?

Messaggioda Serena Crossdresser » domenica 3 marzo 2019, 23:06

... Donne si nasce ... Uomini lo si diventa ... Cd lo si e' e basta ...
Serena


"Poichè non sappiamo quando moriremo, si è portati a credere che la vita sia un pozzo inesauribile; però tutto accade solo un certo numero di volte, un numero minimo di volte. Quante volte vi ricorderete di un certo pomeriggio della vostra infanzia, un pomeriggio che è così profondamente parte di voi che senza neanche riuscireste a concepire la vostra vita - forse altre quattro o cinque volte, forse nemmeno. Quante altre volte guarderete levarsi la luna - forse venti - eppure tutto sembra senza limite."

cit. da " Il tè nel deserto "

... L'ora miracolosa che almeno una volta tocca a ciascuno. Per questa eventualità vaga, che pareva farsi sempre più incerta col tempo, uomini fatti consumavano lassù la migliore parte della vita.

cit. da " Il deserto dei Tartari " ( Dino Buzzati )
Avatar utente
Serena Crossdresser
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1298
Iscritto il: martedì 19 febbraio 2019, 15:44
Località: Ivrea

Re: C'è una maggiore fluidità nelle donne? E, se si, perchè?

Messaggioda Celeste » lunedì 4 marzo 2019, 8:32

Secondo me sarebbe sempre ora di superare gli stereotipi di genere, quindi trovo interessante l'articolo. A dir la verità non ho certezze che i luoghi comuni citati possano derivare da un voler sfruttare le donne o siano invece una specie di elogio della donna. In ogni caso mettere in discussione gli stereotipi trovo che sia una bella pulizia, al fine di lasciare che le persone crescano facendo emergere liberamente il proprio potenziale, senza troppi condizionamenti su cosa sia adatto ad un genere o all'altro.
Celeste
Avatar utente
Celeste
Lady
Lady
 
Messaggi: 902
Iscritto il: venerdì 18 maggio 2018, 23:25
Località: Triveneto

Re: C'è una maggiore fluidità nelle donne? E, se si, perchè?

Messaggioda Jackie89 » giovedì 16 aprile 2020, 15:52

Nathan ha scritto:Molte donne, o persone di biologia femminile, si definiscono pansessuali, sapiosessuali, demisessuali, oppure preferiscono persone più grandi, oppure non badano all'aspetto fisico.
Tutto questo parte da un condizionamento sociale di natura sessista

https://progettogenderqueer.wordpress.c ... -sessista/


Concordo con ogni parola dell'articolo, ho sempre odiato visceralmente ognuno di questi luoghi comuni.
Pure io finisco con il definirmi demisessuale o quantomeno cerco di trasmettere questo concetto con un giro di parole quando, per un motivo o per un altro, ho a che fare con l'altro sesso.
Ma ho il sospetto sia solo una strategia difensiva che attuo all'unico scopo di mettere a freno l'atteggiamento predatorio che ogni volta ho la sensazione che si inneschi nel momento in cui l'altro ha la sensazione che io potrei essere disponibile a dei rapporti al di fuori della cornice di un legame affettivo.
Perché potrei anche essere interessata al sesso fine a se stesso, ma non a patto di esser "predata". Né di essere oggetto di pressioni, insistenze, oggettificazioni varie.
Quindi finisci col dirgli "no, guarda, io sono una persona romantica".
Che poi lo sono, è vero. Ma anche perché l'alternativa è deprimente (parlo per me).
Avatar utente
Jackie89
Baby
Baby
 
Messaggi: 33
Iscritto il: martedì 14 aprile 2020, 15:17
Località: Provincia di Lucca

Re: C'è una maggiore fluidità nelle donne? E, se si, perchè?

Messaggioda Frida » sabato 18 aprile 2020, 12:26

È vero viviamo in una società patriarcale, culturalmente inzuppata nel sessismo ma perchè, avendone avuto l'occasione, le donne americane hanno preferito un presidente dichiaratamente sessista invece di votare una presidentessa dichiaratamente cornuta? Certi articoli sono buoni per la retorica; il mito del buon selvaggio, sesso e potere, il linguaggio come il limite della realtà, sapiosessuale, demisessuale? .."baby che ne so" (cit. madame)

Come si può pretendere d'imparare una terminologia astrusa? per cosa poi?

"il libro della vagina" spiega con un linguaggio semplice, comprensibile a tutti, come funziona il desiderio sessuale nelle donne.
"Una voce chiama da Seir in Edom: sentinella quanto durerà ancora la notte? E la sentinella risponde: verrà il mattino ma è ancora notte; se volete domandare ritornate un' altra volta"
Avatar utente
Frida
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 2790
Iscritto il: giovedì 12 novembre 2015, 1:46
Località: Milano

Re: C'è una maggiore fluidità nelle donne? E, se si, perchè?

Messaggioda Giulia_M » sabato 18 aprile 2020, 16:43

In inglese è stata coniata un'espressione per le giovani che sperimentano relazioni di tipo lesbico per poi "tornare" all'eterosessualità: Lesbian until graduation. Personalmente mi sono più volte domandato se in tale atteggiamento ci sia una componente "modaiola", nel senso che ragazze che di per sé sarebbero eterosessuali si presentino come lesbiche, almeno temporaneamente, per apparire trendy o particolarmente "progressiste". È probabile che ci sia anche una componente di strategia, per allontanare le sgradite avances sessuali di maschi particolarmente intraprendenti ma non altrettanto attraenti.

Per fare un discorso più generale, sta di fatto che il lesbismo, nella nostra società, storicamente non ha avuto lo stesso stigma sociale che veniva rivolto verso l'omosessualità maschile. Ritengo che in ciò abbia un ruolo precipuo la componente strettamente sessuale: la penetrazione anale, effettuata da un maschio su un altro maschio, è stata vista nella nostra società occidentale di matrice greco-romano-giudaico-cristiana (con l'eccezione della pederastia nella Grecia classica, e comunque entro certi limiti considerati "pedagogici") come un atto contrario alla natura, principalmente perché ciò comporta uno "sperpero" della capacità generatrice dell'uomo (in effetti la chiesa cattolica condanna tuttora anche la masturbazione) e in secondo luogo perché l'atto, che comporta l'entrata di una parte del corpo in altro, è associato al "possesso" (tanto che il verbo "possedere" si può usare anche in questo senso), che è visto come conforme all'ordine naturale nel caso avvenga da parte di uomo (il sesso forte) nei confronti di una donna (il sesso debole). Del resto, la penetrazione anale di un uomo su una donna è considerata accettabile anche da molti che invece se ne dicono schifati se sono due uomini a praticarla.

Le relazioni lesbiche non vedono questa "rottura dell'ordine naturale", e per questo sono state più tollerate. Atti simili possono essere effettuati tramite sex toys, ma le compenetrazioni corporali non possono essere altrettanto profonde, e gli scambi di fluidi corporei sarebbero molto più limitati.

Spero che nessun utente si senta offeso/a per quanto ho scritto, cercando di attenermi ad una terminologia la più possibile precisa e neutra.
"Come puoi essere così maschilista quando hai delle tette così grosse?"
- da Tutto su mia madre di Pedro Almodóvar
Avatar utente
Giulia_M
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 199
Iscritto il: sabato 19 agosto 2017, 13:57
Località: Ferrara

Re: C'è una maggiore fluidità nelle donne? E, se si, perchè?

Messaggioda Frida » sabato 18 aprile 2020, 20:29

Giulia_M ha scritto:Per fare un discorso più generale, sta di fatto che il lesbismo, nella nostra società, storicamente non ha avuto lo stesso stigma sociale che veniva rivolto verso l'omosessualità maschile. [...] Del resto, la penetrazione anale di un uomo su una donna è considerata accettabile anche da molti che invece se ne dicono schifati se sono due uomini a praticarla.


Discorso condivisibile anche se mi permetto di fare un paio di precisazioni storiche di cui si ha traccia, gli antichi romani punivano l'adulterio con la morte specie se la moglie veniva scoperta a letto con l'amante dello stesso sesso. La chiesa condannava a morte, dopo averli processati, tutti i sodomiti sia essi maschi che femmine senza molte distinzioni. Per il resto è vero che la stigmatizzazione sociale dell'omosessualità femminile c'è e c'è stata anche se come dici tu ha subito una certa benevolenza dalla società sessista. In ultima analisi resta il fatto che il passivo sia maschio che femmina è sempre stato moralmente condannato mentre l'attivo maschio in molti casi è stato "assolto", anzi in verità non subisce nessuna stigmatizzazione.
"Una voce chiama da Seir in Edom: sentinella quanto durerà ancora la notte? E la sentinella risponde: verrà il mattino ma è ancora notte; se volete domandare ritornate un' altra volta"
Avatar utente
Frida
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 2790
Iscritto il: giovedì 12 novembre 2015, 1:46
Località: Milano

Re: C'è una maggiore fluidità nelle donne? E, se si, perchè?

Messaggioda LauraB » sabato 18 aprile 2020, 20:35

Giulia_M ha scritto:Le relazioni lesbiche non vedono questa "rottura dell'ordine naturale", e per questo sono state più tollerate.


secondo me la spiegazione è un'altra: essendo un mondo maschilista, un rapporto uomo uomo è aborrito (dagli uomini) mentre un rapporto donna donna è una "fantasia sessuale" (sempre per gli uomini).

Giulia_M ha scritto:per allontanare le sgradite avances sessuali di maschi particolarmente intraprendenti ma non altrettanto attraenti.


Il caso della ragazza uccisa dal "gigante buono" la scorsa estate ci dice che lungi dal desistere, parecchi pensano che si possa (far) guarire e sia solo una fase passeggera. In sostanza non si accetta l essere lesbica, ritenendolo un atteggiamento negativo. Con questo pressupposto, sarà difficile far passare l'idea che ogni forma di orientamento abbia uguale dignità.

Sempre in termini di "accettazione" le lesbiche, pur con motivazioni "di stato" differenti, sono finite nei campi di concentramento, tali e quali gli uomini omosessuali.
Laura Bianchi
Avatar utente
LauraB
Moderatrice
Moderatrice
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 5191
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 22:10
Località: Brescia

Re: C'è una maggiore fluidità nelle donne? E, se si, perchè?

Messaggioda Serena Crossdresser » domenica 19 aprile 2020, 9:45

Eva ha scritto:Secondo me il 99,999999% delle donne (ma posso sbagliare per difetto) non si definisce in nessun modo. Si limite ad essere donna.
E basta.


Penso anch'io.

Aggiungo che essendo mostruosamente individualiste ognuna si definisce " la donna ", perchè alla fine essendo in perenne competizione per quanto le riguarda in qualsiasi contesto alla fine " ne resterà solo una " : Eeek :
Serena


"Poichè non sappiamo quando moriremo, si è portati a credere che la vita sia un pozzo inesauribile; però tutto accade solo un certo numero di volte, un numero minimo di volte. Quante volte vi ricorderete di un certo pomeriggio della vostra infanzia, un pomeriggio che è così profondamente parte di voi che senza neanche riuscireste a concepire la vostra vita - forse altre quattro o cinque volte, forse nemmeno. Quante altre volte guarderete levarsi la luna - forse venti - eppure tutto sembra senza limite."

cit. da " Il tè nel deserto "

... L'ora miracolosa che almeno una volta tocca a ciascuno. Per questa eventualità vaga, che pareva farsi sempre più incerta col tempo, uomini fatti consumavano lassù la migliore parte della vita.

cit. da " Il deserto dei Tartari " ( Dino Buzzati )
Avatar utente
Serena Crossdresser
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1298
Iscritto il: martedì 19 febbraio 2019, 15:44
Località: Ivrea

Prossimo


Torna a Identità di genere




Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010