III Raduno Bolognese

L'aggeggio che mi ha cambiato la vita

L'aggeggio che mi ha cambiato la vita

Messaggioda Persephone » giovedì 21 marzo 2019, 19:49

Non è molto che ne faccio uso.
Ho passato molto tempo a studiare il trucco per gli occhi.
E della bocca.
In alternativa l'uno all'altro per ogni outfit, perché sottolineare occhi e bocca allo stesso tempo mi è sempre sembrato di dubbio gusto.
Siccome il trucco per gli occhi mi è sempre venuto male, ho sempre puntato sulla bocca.
Ci davo dentro di matita e mascara, ma il risultato mi deludeva ogni volta, e più mi impegnavo e più mi deludeva.
Fino a quando la mia amica non mi ha aperto un mondo.
"Perché non usi un piegaciglia?"
Un aggeggino da niente.
Ne ho comprato uno giusto per accontentare l'amica e l'ho tenuto nel cassetto a lungo prima di utilizzarlo.
Dopo i primi maldestri tentativi mi sono guardata allo specchio e non ci credevo.
Tutto quel mascara che avevo usato non poteva produrre alcun risultato perché le mie ciglia sono orizzontali.
Fate la proiezione ortogonale di ciglia orizzontali imbevute di mascara e otterrete un pastrocchio.
Il piegaciglia aveva miracolosamente disposto a ventaglio i peletti, alti ed impettiti sullo sguardo.
Cosa da non credere e vi confesso che ho provato un'emozione piuttosto intensa.
Mi sono passata subito il mascara e ho dovuto sedermi. No, non è vero perché ero già seduta, ma se fossi stata in piedi avrei dovuto sedermi.
Finalmente il trucco per occhi che avevo sempre inseguito.
Da quel momento ho smesso di darci dentro con il rossetto compensativo e mi sono dedicata agli occhi.
Il piegaciglia è diventato in fretta uno strumento di cui non so più fare a meno: è' talmente efficace che non richiederebbe nemmeno il rinforzo di matite e mascara. Infatti lo utilizzo normalmente, anche da uomo intendo. Un rito mattutino come quello di passare il rasoio.
Dona uno sguardo intenso che cattura gli altrui sguardi.
Peccato non averlo scoperto prima.
Avatar utente
Persephone
Baby
Baby
 
Messaggi: 22
Iscritto il: venerdì 15 marzo 2019, 22:42
Località: Monza

Re: L'aggeggio che mi ha cambiato la vita

Messaggioda Serena Crossdresser » giovedì 21 marzo 2019, 20:06

Non male come idea Persephone ... io ho vissuto la stessa sindrome di Stendhal quando ho messo le ciglia finte.
Non mi riconoscevo quando mi guardavo allo specchio.
Attraverso quello specchio contemporaneamente Serena ed il suo sguardo profondo e seducente scrutava il me stesso di tutti i giorni e lo affascinava ...la mia parte maschile non sapeva che dire ma ne era attratta.
Il trucco se ben fatto accende il viso e rende ben chiare le parti di noi che quotidianamente teniamo nascoste.
Serena


... L'ora miracolosa che almeno una volta tocca a ciascuno. Per questa eventualità vaga, che pareva farsi sempre più incerta col tempo, uomini fatti consumavano lassù la migliore parte della vita.

„Difficile è credere in una cosa quando si è soli, e non se ne può parlare con alcuno. Proprio in quel tempo Drogo si accorse come gli uomini, per quanto possano volersi bene, rimangano sempre lontani; che se uno soffre, il dolore è completamente suo, nessun altro può prenderne su di sé una minima parte; che se uno soffre, gli altri per questo non sentono male, anche se l'amore è grande, e questo provoca la solitudine della vita.“ —


cit. da " Il deserto dei Tartari " ( Dino Buzzati )
Avatar utente
Serena Crossdresser
Gurl
Gurl
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 259
Iscritto il: martedì 19 febbraio 2019, 15:44
Località: Ivrea

Re: L'aggeggio che mi ha cambiato la vita

Messaggioda Serena Crossdresser » giovedì 21 marzo 2019, 20:08

talvolta mi chiedo come possa essere entrambe le persone ... eppure credo di essere fortunata, di essere più ricca di tanti altri.
Di sentire la mia profondità e non esserne spaventata ma profondamente sedotta.
Serena


... L'ora miracolosa che almeno una volta tocca a ciascuno. Per questa eventualità vaga, che pareva farsi sempre più incerta col tempo, uomini fatti consumavano lassù la migliore parte della vita.

„Difficile è credere in una cosa quando si è soli, e non se ne può parlare con alcuno. Proprio in quel tempo Drogo si accorse come gli uomini, per quanto possano volersi bene, rimangano sempre lontani; che se uno soffre, il dolore è completamente suo, nessun altro può prenderne su di sé una minima parte; che se uno soffre, gli altri per questo non sentono male, anche se l'amore è grande, e questo provoca la solitudine della vita.“ —


cit. da " Il deserto dei Tartari " ( Dino Buzzati )
Avatar utente
Serena Crossdresser
Gurl
Gurl
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 259
Iscritto il: martedì 19 febbraio 2019, 15:44
Località: Ivrea

Re: L'aggeggio che mi ha cambiato la vita

Messaggioda Persephone » giovedì 21 marzo 2019, 20:14

Si Serena, in fondo siamo fortunate.
Proviamo cose che nemmeno possiamo spiegare se non a chi le ha vissute.
Sedotte da noi stesse, è una definizione esatta e bellissima.
Un bacio
Avatar utente
Persephone
Baby
Baby
 
Messaggi: 22
Iscritto il: venerdì 15 marzo 2019, 22:42
Località: Monza



Torna a Accessori




Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010