Calze bagnate e quindi macchiate

Moderatori: AnimaSalva, Valentina, Lorett@, vernica71, Melissa_chan, virgolette, Alyssa, Irene, CristinaV, Roby

Rispondi
Avatar utente
NAIMA LEI
Gurl
Gurl
Messaggi: 112
jedwabna poszewka na poduszkę 40x40
Iscritto il: martedì 15 agosto 2017, 8:20
Località: TOSCANA
Età: 59

Calze bagnate e quindi macchiate

Messaggio da NAIMA LEI »

Trovo questo periodo dell’anno , il migliore per vestire con calze e collant le gambe . Il caldo è finito ed il freddo non è ancora arrivato . Senti però il piacere di vestire le gambe con le calze perché puoi metterle in abbinamento a vestiti o gonne che ne esaltano le movenze, il look e , perché no , la sensualità . Tra un mese o poco più , saremo costrette a collant coprenti, pantaloni o stivali e di gambe se ne vedranno molte meno. C’è pero’ un problema : questa che stiamo attraversando è anche una stagione piovosa e ,camminare con décolleté e calze velate, su un marciapiede bagnato dalla pioggia o il non accorgersi di piccoli avvallamenti sul selciato nel quale ristagna l’acqua piovana fa si che, anche in virtù di un certo modo di camminare o meno, dopo un po’ che si cammina sul bagnato, ci ritroviamo le caviglie, il collo del piede ed anche il polpaccio posteriore, tutto schizzato di acqua piovana che, nella migliore delle ipotesi, appena asciugata , lascia macchie scure o, se non peggio , anche sporca, in virtù della polvere bagnata di cui è intriso l’asfalto . Non parliamo poi della situazione in cui piova : camminando con un tacco anche non altissimo ma anche in sua quasi assenza la zona intorno al piede si bagna quasi del tutto . Questo è almeno quello che succede a me . Ieri , l’ultima di altre volte : dopo cena ieri sera , ero fuori con un’amica xd e avevo i collant praticamente leopardati dal polpaccio in giù .

Avatar utente
maxima
Princess
Princess
Messaggi: 2448
Iscritto il: venerdì 24 ottobre 2014, 23:30
Località: genova
Età: 51
Contatta:

Re: Calze bagnate e quindi macchiate

Messaggio da maxima »

Condivido in pieno quanto hai detto, tanto è vero che in queste giornate si vedono pochissime donne gironzolare per le vie cittadine con decolletée e gambe in vista. Cero è che, avendo la possibilità di uscire con un'amica come è capitato a te, mi sarei a tal punto lasciata coinvolgere dalla bellissima sensazione di uscire en-femme, che forse non mi sarei preoccupata della leopardatura delle calze!!
Un po' ti invidio!!! ...un po' tanto!! è quasi un anno che non esco indossando un paio di decolletée... : Cry : : Cry : : Sad :
E mi sa che ancora per un bel po' i miei abiti preferiti rimarranno nell'armadio ..anzi, nel borsone!
Maxima

Avatar utente
Roby
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 3271
Iscritto il: venerdì 10 ottobre 2014, 7:14
Località: Lombardia
Età: 56
Contatta:

Re: Calze bagnate e quindi macchiate

Messaggio da Roby »

Io ieri sono uscita per pranzo con un abito nuovo che volevo sfoggiare w quindi gambe a vista. Ma visto il tempo piovoso e strade scivolose, ai piedi avevo più pratici tronchetti con tacco bassissimo, altro che décolleté.

In generale, per le altre amiche del Forum, la décolleté col tacco in una giornata di pioggia, è quella che rende meno "credibile" la CD, perché praticamente nessuna donna bio la metterebbe per andare in giro.
Tranne che per i pochi metri dalla macchina all'ingresso di un locale chiuso in cui la décolleté è d'obbligo tipo teatro o ristorante elegante...
Nel tuo caso uscite proprio dopo una cena e quindi ok.
Poi ognuna è libera di indossare quello che le fa piacere e la fa star bene... la mia raccomandazione è "occhio alla credibilità".
Baci
Roberta

Inviato dal mio SM-A530F utilizzando Tapatalk
La Roby

Moderatrice di X-Dress

Avatar utente
NAIMA LEI
Gurl
Gurl
Messaggi: 112
Iscritto il: martedì 15 agosto 2017, 8:20
Località: TOSCANA
Età: 59

Re: Calze bagnate e quindi macchiate

Messaggio da NAIMA LEI »

Se c’è una cosa che ho sempre combattuto tra noi cd e/o trav , è quella di non enfatizzare una femminilità forzata, pensando che cosce al vento, tacchi impossibili e pseudo nudità , “facessero femmina”. Giusto ed appoggio in pieno il tuo concetto di credibilità , che ho sempre fatto mio. La passeggiata di cui ho parlato nel post, era semplicemente il tragitto , anda e ri anda tra il posteggio dell’auto e il ristorante cinese . Peraltro in tacco 8, niente di che

Rispondi