La rivelazione

Moderatori: AnimaSalva, Valentina, Melissa_chan, Alyssa, Roby, Irene, CristinaV, vernica71

Avatar utente
Io, (e) Giulia
Gurl
Gurl
Messaggi: 200
jedwabna poszewka na poduszkę 40x40
Iscritto il: domenica 13 febbraio 2022, 1:15
Località: Palermo
Età: 62

Accesso area fotografica

Re: La rivelazione

Messaggio da Io, (e) Giulia »

Cara Ale,
tranquilla, non rubi niente a nessuno.
Anzi questa Tua, ulteriore, condivisione, mi e ci arricchisce.
E' strano, che per quanto il nostro vissuto sia stato, ed è, diverso, quanto vicine siamo, nelle paure, nei dolori, nelle difficili scelte e ...... nelle struggenti nostalgie, che, alla nostra età, sembrano quasi perseguitarci (oppure ci danno conforto?).

Giulia ........ che Ti parlerebbe di Lei, se non l'avesse già fatto abbastanza (....forse in eccesso) nella sua presentazione, che Ti invita, se sei coraggiosa, stoica e, un tantino, masochista, a leggere .......

Avatar utente
Coffee
Gurl
Gurl
Messaggi: 452
Iscritto il: martedì 4 dicembre 2018, 15:05
Località: Emilia
Età: 46
Contatta:

Accesso area fotografica

Re: La rivelazione

Messaggio da Coffee »

Steffi Ritzka ha scritto: martedì 26 luglio 2022, 23:53
Ale ha scritto: martedì 19 luglio 2022, 23:15 È bello avervi come compagne d’avventura, e ringrazio tutte per il pensiero che mi avete dedicato, Ecco un altro riassunto del passato un po meno passato che il caldo di questi giorni ha fatto riaffiorare.
Abbraccio a tutte
Ale
La rivelazione
Dio c’è. Ormai sarei pronta a difendere la tesi, e rinegare la mia precedente convinzione avversa e dubbi giovanili. In età quando si pongono le prime domande serie, ai consueti esami davanti allo specchio in disperata ricerca di pur minima curvatura del torace che potesse passare come seno, e di una forma un po’ più morbida delle cosce, un paio di centimetri in più sui fianchi… partiva il solito ritornello: Dio se ci sei da qualche parte, onnipotente e così empatico, perché hai plasmato proprio me così diversa da quello che volevo esserci? Io, non ti ho fatto niente di male, anzi volevo la tua compagnia ma tu mi hai posto talmente tante condizioni che alla fine ho rinunciato! Sai che ti dico? Da oggi, faccio ibernare il nostro rapporto visto che non hai voluto rispondere neanche alla prima domanda a corredo della mia esistenza; chi cazzo sono io? E così, accantonato buon Iddio, ho smesso di tormentare l’anima tutto sommato contenta delle proprie scelte, fino a quando un’improvvisa irruzione del Signore con una mail mentale m’ha fatto capire quanto era preoccupato per le mie sorti, e quanto supporto m’ha riservato. È capitato che un giorno, nel solito vagabondare per le vie cittadine, ho varcato il portone di una delle poche chiese non cattoliche romane, San Paolo entro le Mura, edificio in stile neogotico di assai modesto valore architettonico, zeppo d’un contenuto a base di fede e simbologia massonica, insomma robba un po’ americana ma comunque imbastita con maestosa mano di Edward Burn-Jones ed il suo credo preraffaellita, raccontato nel grande mosaico, opera fra le più importanti del tutto suo opus. Lì, nell’abside dietro l’altare è sistemata l’immagine di Gesù giudicante con ai lati alti gerarchi dell’amministrazione celeste. Con rischio di cervicale ho scrutato la preferenza arbitraria di Burn-Jones nella selezione di Arcangeli addetti alle mansioni divine. A destra di Gesù il posto vuoto del vacante Lucifero, angelo caduto in disgrazia del Signore (una di noi?) e omesso dal tripudio angelico in conferma del non diritto alla ribellione e alle leggi divine. Nel continuare l’esame del grande mosaico (ne ho visti di meglio, siamo a Roma), rimango folgorata. Il Redentore che mi tiene d’occhio con la sfera terrestre nella mano sinistra intento ad esprimere il giudizio inappellabile è donna. Anzi no! È una di noi, xdress, trav, trans o qualsivoglia altra parola per descriverci. Sta lì, impassibile e avvolta nella sua tunica bianca con bel viso di ragazza ed un mistero nel corpo nascosto dalle pieghe di lino candido. Ripasso velocemente le nozioni basilari dei Vangeli cercando un punto ambiguo in favore della scelta di Burn-Jones (era troppo educato per interpretare in malo modo il contenuto delle Scritture) ma da Giuseppe al Matteo, Marco, Luca e Giovanni, compreso il Signore, nessuno mette in dubbio l’orientamento di Gesù che rimane saldamente attributo maschilista. Sebbene non abbia lasciato le tracie certe della sua mascolinità, manco quelle di lettura opposta esistono come prova contraria. Però, sono certa, almeno in questo caso; Il messaggio di Burn-Jones è la scelta voluta. Destinato a noi, figlie dell’inganno di qualche divinità beffarda e crudele, noi esperte di Pueraria Mirifica e Serenoa Repens, noi arbitre nella scelta di calza giusta per abbinare al pantalone o gonna tubino, noi uniche e irripetibili, sempre in cerca di una fede rivelatrice in grado di mettere in pace le nostre anime agitate. Ed ecco, di fronte all’immagine di un dio che finalmente riconosco e che non si offende del mio concetto di essere donna, sono sicura che il mondo che tiene nella mano sinistra, sarà giudicato per ben altri peccati. Per quanto ci riguarda, noi, il castigo ci abbiamo autoinflitto già da mo’!
Argomento molto delicato e soggettivo, difficile da trattare poiché Ognuno ha le sue convinzioni in materia... Tuttavia provo a rispondere per quanto mi riguarda. Come molti, Forse la maggior parte delle persone che popolano questo pianeta mi sono interrogata sull'esistenza di un'entità Superiore in grado di controllare il destino di tutti...
In effetti sarebbe bello credere che possa esistere qualcosa di questo tipo qualcuno a cui rivolgersi per chiedere qualcosa per se stessi o per qualcuno che abbiamo a cuore, ma fino ad ora la ragione e la logica hanno avuto il sopravvento la mia convinzione personale è che il destino di ognuno di noi è nelle nostre mani e non dipende da niente da nessuno, Per quanto riguarda l'eventuale accettazione della mia diversità da parte dell'onnipotente, è un qualcosa che non ho mai preso in considerazione... se credessi in Dio allora crederai anche che esistono le anime che secondo il mio modesto parere non dovrebbero avere sesso o un genere di appartenenza, si nasce nudi e si muore altrettanto nudi. Poco importa Secondo me se in vita si preferisce indossare una gonna piuttosto che un paio di pantaloni o Un collant al posto dei calzini, sono orpelli sono oggetti creati ad uso e consumo del genere umano e non hanno nulla a che fare con la consistenza dell'anima.
Sarò come al solito un bel rompic....ni, non si possono citare post così lunghi, viene a meno la leggibilità dell'argomento.
Ora potete insultarmi gratuitamente;-)

Avatar utente
Io, (e) Giulia
Gurl
Gurl
Messaggi: 200
Iscritto il: domenica 13 febbraio 2022, 1:15
Località: Palermo
Età: 62

Accesso area fotografica

Re: La rivelazione

Messaggio da Io, (e) Giulia »

Coffee ha scritto: lunedì 1 agosto 2022, 12:07
Steffi Ritzka ha scritto: martedì 26 luglio 2022, 23:53
Ale ha scritto: martedì 19 luglio 2022, 23:15 È bello avervi come compagne d’avventura, e ringrazio tutte per il pensiero che mi avete dedicato, Ecco un altro riassunto del passato un po meno passato che il caldo di questi giorni ha fatto riaffiorare.
Abbraccio a tutte
Ale
La rivelazione
Dio c’è. Ormai sarei pronta a difendere la tesi, e rinegare la mia precedente convinzione avversa e dubbi giovanili. In età quando si pongono le prime domande serie, ai consueti esami davanti allo specchio in disperata ricerca di pur minima curvatura del torace che potesse passare come seno, e di una forma un po’ più morbida delle cosce, un paio di centimetri in più sui fianchi… partiva il solito ritornello: Dio se ci sei da qualche parte, onnipotente e così empatico, perché hai plasmato proprio me così diversa da quello che volevo esserci? Io, non ti ho fatto niente di male, anzi volevo la tua compagnia ma tu mi hai posto talmente tante condizioni che alla fine ho rinunciato! Sai che ti dico? Da oggi, faccio ibernare il nostro rapporto visto che non hai voluto rispondere neanche alla prima domanda a corredo della mia esistenza; chi cazzo sono io? E così, accantonato buon Iddio, ho smesso di tormentare l’anima tutto sommato contenta delle proprie scelte, fino a quando un’improvvisa irruzione del Signore con una mail mentale m’ha fatto capire quanto era preoccupato per le mie sorti, e quanto supporto m’ha riservato. È capitato che un giorno, nel solito vagabondare per le vie cittadine, ho varcato il portone di una delle poche chiese non cattoliche romane, San Paolo entro le Mura, edificio in stile neogotico di assai modesto valore architettonico, zeppo d’un contenuto a base di fede e simbologia massonica, insomma robba un po’ americana ma comunque imbastita con maestosa mano di Edward Burn-Jones ed il suo credo preraffaellita, raccontato nel grande mosaico, opera fra le più importanti del tutto suo opus. Lì, nell’abside dietro l’altare è sistemata l’immagine di Gesù giudicante con ai lati alti gerarchi dell’amministrazione celeste. Con rischio di cervicale ho scrutato la preferenza arbitraria di Burn-Jones nella selezione di Arcangeli addetti alle mansioni divine. A destra di Gesù il posto vuoto del vacante Lucifero, angelo caduto in disgrazia del Signore (una di noi?) e omesso dal tripudio angelico in conferma del non diritto alla ribellione e alle leggi divine. Nel continuare l’esame del grande mosaico (ne ho visti di meglio, siamo a Roma), rimango folgorata. Il Redentore che mi tiene d’occhio con la sfera terrestre nella mano sinistra intento ad esprimere il giudizio inappellabile è donna. Anzi no! È una di noi, xdress, trav, trans o qualsivoglia altra parola per descriverci. Sta lì, impassibile e avvolta nella sua tunica bianca con bel viso di ragazza ed un mistero nel corpo nascosto dalle pieghe di lino candido. Ripasso velocemente le nozioni basilari dei Vangeli cercando un punto ambiguo in favore della scelta di Burn-Jones (era troppo educato per interpretare in malo modo il contenuto delle Scritture) ma da Giuseppe al Matteo, Marco, Luca e Giovanni, compreso il Signore, nessuno mette in dubbio l’orientamento di Gesù che rimane saldamente attributo maschilista. Sebbene non abbia lasciato le tracie certe della sua mascolinità, manco quelle di lettura opposta esistono come prova contraria. Però, sono certa, almeno in questo caso; Il messaggio di Burn-Jones è la scelta voluta. Destinato a noi, figlie dell’inganno di qualche divinità beffarda e crudele, noi esperte di Pueraria Mirifica e Serenoa Repens, noi arbitre nella scelta di calza giusta per abbinare al pantalone o gonna tubino, noi uniche e irripetibili, sempre in cerca di una fede rivelatrice in grado di mettere in pace le nostre anime agitate. Ed ecco, di fronte all’immagine di un dio che finalmente riconosco e che non si offende del mio concetto di essere donna, sono sicura che il mondo che tiene nella mano sinistra, sarà giudicato per ben altri peccati. Per quanto ci riguarda, noi, il castigo ci abbiamo autoinflitto già da mo’!
Argomento molto delicato e soggettivo, difficile da trattare poiché Ognuno ha le sue convinzioni in materia... Tuttavia provo a rispondere per quanto mi riguarda. Come molti, Forse la maggior parte delle persone che popolano questo pianeta mi sono interrogata sull'esistenza di un'entità Superiore in grado di controllare il destino di tutti...
In effetti sarebbe bello credere che possa esistere qualcosa di questo tipo qualcuno a cui rivolgersi per chiedere qualcosa per se stessi o per qualcuno che abbiamo a cuore, ma fino ad ora la ragione e la logica hanno avuto il sopravvento la mia convinzione personale è che il destino di ognuno di noi è nelle nostre mani e non dipende da niente da nessuno, Per quanto riguarda l'eventuale accettazione della mia diversità da parte dell'onnipotente, è un qualcosa che non ho mai preso in considerazione... se credessi in Dio allora crederai anche che esistono le anime che secondo il mio modesto parere non dovrebbero avere sesso o un genere di appartenenza, si nasce nudi e si muore altrettanto nudi. Poco importa Secondo me se in vita si preferisce indossare una gonna piuttosto che un paio di pantaloni o Un collant al posto dei calzini, sono orpelli sono oggetti creati ad uso e consumo del genere umano e non hanno nulla a che fare con la consistenza dell'anima.
Sarò come al solito un bel rompic....ni, non si possono citare post così lunghi, viene a meno la leggibilità dell'argomento.
Ora potete insultarmi gratuitamente;-)
Errare est hominis, ignoscere deorum.

Giulia ......azz.... ha sbagliato anche lei......

Avatar utente
Ale
Baby
Baby
Messaggi: 10
Iscritto il: venerdì 15 luglio 2022, 0:27
Località: Roma

Re: La rivelazione

Messaggio da Ale »

Io, (e) Giulia ha scritto: domenica 31 luglio 2022, 23:21 Cara Ale,
tranquilla, non rubi niente a nessuno.
Anzi questa Tua, ulteriore, condivisione, mi e ci arricchisce.
E' strano, che per quanto il nostro vissuto sia stato, ed è, diverso, quanto vicine siamo, nelle paure, nei dolori, nelle difficili scelte e ...... nelle struggenti nostalgie, che, alla nostra età, sembrano quasi perseguitarci (oppure ci danno conforto?).

Giulia ........ che Ti parlerebbe di Lei, se non l'avesse già fatto abbastanza (....forse in eccesso) nella sua presentazione, che Ti invita, se sei coraggiosa, stoica e, un tantino, masochista, a leggere .......
Cara Giulia, letto e riflettuto sulla tua storia, a momenti divertente a momenti commovente ma sicuramente e soprattutto istruttiva. “La vita ha senso solo quando abbiamo qualcuno con cui condividere le nostre emozioni. (Coelho)”, ma è facile che vinca il gioco di parole puntando sulle ovvietà…
Abbraccio
Ale

Avatar utente
virgolette
Princess
Princess
Messaggi: 2871
Iscritto il: domenica 7 settembre 2014, 17:34
Località: Torino
Età: 57
Contatta:

Utente incontrato

Accesso area fotografica

Re: La rivelazione

Messaggio da virgolette »

Le altre iniziative non esistono.
Questo è uno spazio che nelle intenzioni mie e di chi ha creato questo forum è a disposizione di chi si fa domande e mette in discussione se stesso e l'universo.
Chi ha solo certezze dovrebbe stare da un'altra parte, ma il mondo oggi va così.
Quindi secondo me quello che stai facendo tu è il miglior uso possibile di questo spazio e te ne ringrazio, invitando gli altri a seguire il tuo esempio.

Un abbraccio.

Davide.
Inviato dalla mia moka utilizzando Talpatrack !!

Rispondi