Pensavamo che i Paesi Bassi non fossero proprio così

Moderatori: AnimaSalva, Valentina, Roby, Irene, CristinaV, vernica71, Melissa_chan, Alyssa

Rispondi
Avatar utente
Sabina87
Gurl
Gurl
Messaggi: 379
jedwabna poszewka na poduszkę 40x40
Iscritto il: venerdì 30 dicembre 2022, 18:52
Località: provincia di Lecco

Utente incontrata

Accesso area fotografica

Pensavamo che i Paesi Bassi non fossero proprio così

Messaggio da Sabina87 »

Buona giornata a tutt*

La notizia non è proprio recente (le elezioni si sono tenute a fine Giugno 2023) però non seguo da vicino i concorsi di bellezza, siano essi riservati alle Bio, alle Trans, or whatsoever in between.


Puntualmente in Italia della notizia è trapelato poco o nulla.
La vincitrice (T-girl) è una tal signorina Dekker, olandese.
Molto carina e fine.

Ma quel che mi preme di portare all’attenzione non è la cornice dorata e glamour dell’evento, che ha del fiabesco e a cui molte di noi hanno sognato almeno una volta di partecipare.

Quello che colpisce sono le affermazioni della vincitrice, ad un cronista Madrileno, in cui descrive un’Olanda molto differente da come ce la siamo sempre immaginata.
In particolare mi ha colpita questa sua affermazione, che vi traduco alla buona:

«Crecí en una ciudad multicultural pero con mentes cerradas»
Sono cresciuta in una città multiculturale, ma con la mentalità chiusa”

E ancora, la sintesi del cronista:

«Dekker admite que a veces siente miedo. Aunque los holandeses pueden tener la percepción de que todo está permitido y que la comunidad LGBTI se siente segura, ella sostiene que es solo una ilusión»
la Dekker ammette di sentirsi spaventata. Sebbene gli Olandesi siano portati a percepire che tutto sia consentito e che la Comunità LGBTI si senta al sicuro, lei sostiene che ciò sia solo una illusione

L’articolo (in spagnolo) è di facile lettura se avete un minimo di dimestichezza, oppure potrete rapidamente tradurlo con gli strumenti informatici.

Di seguito riporto il link al giornale Iberico, con il testo completo dell’intervista:
https://www.abc.es/recreo/solange-dekke ... t_amp.html



Buona lettura

Sabina
Io sono sempre stata come sono
anche quando non ero come sono
e non saprà nessuno come sono
perché non sono solo come sono

Avatar utente
Giulia_M
Gurl
Gurl
Messaggi: 310
Iscritto il: sabato 19 agosto 2017, 13:57
Località: Ferrara
Età: 44
Contatta:

Utente incontrata

Accesso area fotografica

Re: Pensavamo che i Paesi Bassi non fossero proprio così

Messaggio da Giulia_M »

La cosa non mi stupisce per niente. Benché l'Olanda sia un paese molto secolarizzato, nella forma mentis di molti dei suoi abitanti sono rimasti dei principi molto rigorosi come eredità culturale del calvinismo. Non è un caso che l'ex premier Rutte, quando era in carica, si fosse messo alla guida dei cosiddetti "paesi frugali", che si opponevano alle richieste di maggiori fondi per i paesi "svantaggiati" dell'Unione europea (tra i quali l'Italia e gli altri dell'Europa meridionale), facendo pesare la loro "virtù" nella gestione delle casse dello stato.
La liberalizzazione della prostituzione e delle droghe "leggere" ad Amsterdam e in altre città sono frutto di un atteggiamento più pragmatico che benevolo, per cercare di limitare l'influsso della criminalità su questi traffici e per trarne un beneficio economico. E qui si potrebbe ancora vedere un influsso del calvinismo, che invece di mettere l'accento sulla "povertà evangelica" mostra un apprezzamento verso il successo commerciale e la produzione di ricchezza, visti come un segno della "predestinazione" divina al Paradiso.
D'altronde, per tornare alla "multiculturalità" e alla "mentalità chiusa", le due cose si collegano considerando che molti immigrati, specialmente quelli di religione e cultura islamica ma anche molti cristiani africani, non hanno certo dei sentimenti liberali verso quelle che considerano "deviazioni sessuali" come l'omosessualità e la transessualità.
"Come puoi essere così maschilista quando hai delle tette così grosse?"
- da Tutto su mia madre di Pedro Almodóvar

Avatar utente
LauraB
Queen
Queen
Messaggi: 5873
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 22:10
Località: Brescia
Età: 60
Contatta:

Utente incontrata

Donna

Accesso area fotografica

Re: Pensavamo che i Paesi Bassi non fossero proprio così

Messaggio da LauraB »

Avendo una conoscenza in Olanda/Belgio in ambito lgbt so che non è il paese da sogno che si pensava. Ha le sue caratteristiche positive e negative.
Non mi addentro invece troppo sul "frugale" in quanto la politica qui è bandita dal regolamento, ma ricordo che i paesi bassi dal punto di vista economico hanno sempre rispettato i parametri europei, luogo dove hanno scelto liberamente di aderire. E' una cultura diversa, con pregi e difetti.
Laura Bianchi

Rispondi