Aggressione transfobica a Parigi

Re: Aggressione transfobica a Parigi

Messaggioda Frida » sabato 6 aprile 2019, 18:00

LauraB ha scritto:Intanto, per regolamento:

Capitolo 2
Comportamento
2.1 Non sono consentiti:

Insulti personali tra gli utenti
Offese alle istituzioni, alla religione di qualunque fede, ai credo politici, alle identità sessuali ed all’appartenenza etnica.
[...]
E nemmeno il mondo cd se la passa bene, se ti palesi sei omo, diventi un paria, perdi gli amici, perdi la famiglia.


Il regolamento nel punto 2.1 cita l'identità sessuale come termine ombrello di: sesso biologico, identità di genere, ruolo di genere e orientamento sessuale. Tuttavia in un regolamento andrebbe specificato tutto esplicitamente poichè la sintetica descrizione di un fatto percettivo individuale non basta per sapere cosa potrebbe essere considerato offensivo. Ad esempio la frase che "se ti palesi sei omo" per me è offensiva della mia condizione dal momento che il termine omo è usato con connotazione negativa solo per rimarcare il fatto che chi è cd è eterosessuale di default ed essere scambiato per omosessuale lo mette a disagio.

Per me è abbastanza chiaro cosa sia l'omofobia per una cd; forse questo topic potrebbe aiutare a capire cosa sia la transfobia per una cd?
"Una voce chiama da Seir in Edom: sentinella quanto durerà ancora la notte? E la sentinella risponde: verrà il mattino ma è ancora notte; se volete domandare ritornate un' altra volta"
Connesso
Avatar utente
Frida
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 2763
Iscritto il: giovedì 12 novembre 2015, 1:46
Località: Milano

Re: Aggressione transfobica a Parigi

Messaggioda Novella » sabato 6 aprile 2019, 18:07

Non può essere letta così?

Se ti palesi come cd sei percepito come omosessuale (vero o no che sia) e sei sottoposto a tutte le discriminazioni cui sono ingiustamente sottoposti gli omo (ed in genere tutte le minoranze, aggiungerei io).
~ N o v e l l a ~
Avatar utente
Novella
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 317
Iscritto il: sabato 24 dicembre 2016, 22:37
Località: Bari, Puglia

Re: Aggressione transfobica a Parigi

Messaggioda Frida » sabato 6 aprile 2019, 18:45

Novella ha scritto:Non può essere letta così?

Se ti palesi come cd sei percepito come omosessuale (vero o no che sia) e sei sottoposto a tutte le discriminazioni cui sono ingiustamente sottoposti gli omo (ed in genere tutte le minoranze, aggiungerei io).


Non intendo parlare né di discriminazione né del regolamento ma di cosa s'intende con il termine "identità sessuale" che è citato nel regolamento. Siccome evito già abbastanza dibattiti per non offendere nessuno, ogni tanto un chiarimento in più potrebbe aiutare tutti.e.
"Una voce chiama da Seir in Edom: sentinella quanto durerà ancora la notte? E la sentinella risponde: verrà il mattino ma è ancora notte; se volete domandare ritornate un' altra volta"
Connesso
Avatar utente
Frida
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 2763
Iscritto il: giovedì 12 novembre 2015, 1:46
Località: Milano

Re: Aggressione transfobica a Parigi

Messaggioda LauraB » domenica 7 aprile 2019, 13:44

Frida ha scritto:Il regolamento nel punto 2.1 cita l'identità sessuale come termine ombrello di: sesso biologico, identità di genere, ruolo di genere e orientamento sessuale. Tuttavia in un regolamento andrebbe specificato tutto esplicitamente poichè la sintetica descrizione di un fatto percettivo individuale non basta per sapere cosa potrebbe essere considerato offensivo


Il regolamento discende dalla piattaforma che ci ospita... e a me suona chiaro, anche nella parte citata, che non è quella che interessa in questo caso..

LauraB ha scritto:Capitolo 2 Comportamento
2.1 Non sono consentiti:Insulti personali tra gli utentiOffese alle istituzioni, alla religione di qualunque fede, ai credo politici, alle identità sessuali ed all’appartenenza etnica.
2.2 A prescindere dall'ampia facoltà e diritto di discutere di tali argomenti, devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, beffeggiatoria, sacrilega e denigratoria a prescindere dalla parte.


Partiamo da un aggressione transomofobica e io stavo invitando ad evitare discussioni che degenerino verso "culture/etnie" "superiori" o "inferiori".

Il regolamento inoltre, mi sembra abbia una interpretazione generale di fondo univoca e chiara: rispetto. Poi su cosa deve essere specificato esplicitamente ci puo stare e non stare. Quello che ci deve stare, sempre, è il rispetto tra tutti. Quanto più le persone capiscono questo, tanto più le discussioni potranno essere corrette.
Laura Bianchi
Avatar utente
LauraB
Moderatrice
Moderatrice
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 5182
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 22:10
Località: Brescia

Re: Aggressione transfobica a Parigi

Messaggioda Frida » domenica 7 aprile 2019, 16:20

LauraB ha scritto:
Frida ha scritto:Il regolamento nel punto 2.1 cita l'identità sessuale come termine ombrello di: sesso biologico, identità di genere, ruolo di genere e orientamento sessuale. Tuttavia in un regolamento andrebbe specificato tutto esplicitamente poichè la sintetica descrizione di un fatto percettivo individuale non basta per sapere cosa potrebbe essere considerato offensivo


Il regolamento discende dalla piattaforma che ci ospita... e a me suona chiaro, anche nella parte citata, che non è quella che interessa in questo caso..

LauraB ha scritto:Capitolo 2 Comportamento
2.1 Non sono consentiti:Insulti personali tra gli utentiOffese alle istituzioni, alla religione di qualunque fede, ai credo politici, alle identità sessuali ed all’appartenenza etnica.
2.2 A prescindere dall'ampia facoltà e diritto di discutere di tali argomenti, devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, beffeggiatoria, sacrilega e denigratoria a prescindere dalla parte.


Partiamo da un aggressione transomofobica e io stavo invitando ad evitare discussioni che degenerino verso "culture/etnie" "superiori" o "inferiori".

Il regolamento inoltre, mi sembra abbia una interpretazione generale di fondo univoca e chiara: rispetto. Poi su cosa deve essere specificato esplicitamente ci puo stare e non stare. Quello che ci deve stare, sempre, è il rispetto tra tutti. Quanto più le persone capiscono questo, tanto più le discussioni potranno essere corrette.


Mi è chiaro che Il tema resta l'aggresione transfobica a Parigi... e che aver visto un richiamo al regolamento, già dalla prima pagina, mi ha inibita un attimo.

Grazie per la spiegazione della tua moderazione anche se non sto discutendo la chiarezza del regolamento né le tue lodevoli intenzioni. la mia domanda tuttavia è rimasta senza risposta.

Cerco di spiegarmi meglio con un esempio:
(per restare in tema)

"Se durante un dibattito, in questo forum, qualcuno.a affermasse che si possono chiamare donne solo quegli esseri umani che hanno una vagina, escludendo tutti gli altri casi" secondo il regolamento sarebbe considerata un'offesa verso le identità sessuali? se si, quale identità sessuale si sentirebbe offesa? insomma chi si offende?

Visto che la transfobia, come l'omofobia, ha "mille maschere", non vorrei che qualcuno.a se ne uscisse con una qualche incauta affermazione biologista come sopra o chessò che l'omosessualità è un sentimento che viene e che va.
"Una voce chiama da Seir in Edom: sentinella quanto durerà ancora la notte? E la sentinella risponde: verrà il mattino ma è ancora notte; se volete domandare ritornate un' altra volta"
Connesso
Avatar utente
Frida
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 2763
Iscritto il: giovedì 12 novembre 2015, 1:46
Località: Milano

Re: Aggressione transfobica a Parigi

Messaggioda Giulia_M » domenica 7 aprile 2019, 18:08

Novella ha scritto:
E chi mai si è sognato negli interventi finora letti di favorire una simile diversità di trattamento?

In questo forum, mi pare nessuno. Io mi riferivo agli atteggiamenti di certi "soloni" che, come conseguenza, permettono sì che avvenga qualche episodio[i] che, per quanto [i]sporadico, ritengo che non debba essere sottovalutato.
"Come puoi essere così maschilista quando hai delle tette così grosse?"
- da Tutto su mia madre di Pedro Almodóvar
Avatar utente
Giulia_M
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 199
Iscritto il: sabato 19 agosto 2017, 13:57
Località: Ferrara

Re: Aggressione transfobica a Parigi

Messaggioda LauraB » domenica 7 aprile 2019, 21:49

Frida ha scritto:Mi è chiaro


: Wink :

Frida ha scritto:"Se durante un dibattito, in questo forum, qualcuno.a affermasse che si possono chiamare donne solo quegli esseri umani che hanno una vagina, escludendo tutti gli altri casi" secondo il regolamento sarebbe considerata un'offesa verso le identità sessuali? se si, quale identità sessuale si sentirebbe offesa? insomma chi si offende?


le opinioni si rispettano, il confronto è libero.
Un pensiero dovrebbe essere in grado di non andare subito a cozzare col regolamento. Ci deve essere spazio di "manovra" prima di arrivarci. Oppure chi dirige il traffico deve intervenire preventivamente per evitare una possibilità di incidente. Anche se l incidente potrebbe essere solo ipotetico. Meglio prevenire che passare dal carrozziere..
Ogni opinione dovrebbe cominciare con un "secondo me"..
Poi ci deve essere sempre il rispetto.. ad esempio se sostanzialmente nella vita reale, quando non forzatamente enhomme qualcun mi chiama al maschile, potrebbe essere si segno di suo disagio, ma anche un modo per offendere..
Se qualcuno mi dice che fisicamente non sarò mai una donna vera, non mi offendo, lo so..

le situazioni sono tante, le sfumature tantissime, sta a ognuna non superare il confine verso il mancato rispetto (nello specifico, in casi simili, oltre al regolamento, entra ingioco la valutazione delle mod)

E per concludere, ma secondo me è una regola aurea, ognuno dovrebbe mettersi nei panni degli altri e provare a capire.
Laura Bianchi
Avatar utente
LauraB
Moderatrice
Moderatrice
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 5182
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 22:10
Località: Brescia

Precedente


Torna a X-Dress NEWS




Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010